Il 74% degli utenti della community di Ubuntu disabilita la ricerca online di Unity

Il 74% degli utenti della community di Ubuntu disabilita la ricerca online di Unity.

Questo è quanto emerge da un sondaggio svolto fra gli utenti della community internazionale di Ubuntu. I risultati sono stati pubblicati nella giornata di ieri e fanno emergere un quadro disarmante che fa riflettere sulla utilità di questa feature di Unity.

Come potete vedere dal grafico riassuntivo in calce ben il 74% degli intervistati dichiara di aver disattivato i risultati online nella dash di Unity e soltanto il 18% usa questa feature (il restante 8% non è sicuro :D).


Un numero elevato che mostra come gli utilizzatori finali non apprezzino una delle funzionalità principali di Unity e che tanto tempo in termini di forza lavoro è costato.
I motivi non sono evidenziati dal sondaggio, tuttavia sono facilmente intuibili: si va dai problemi connessi alla privacy (che ho più volte evidenziato su questo blog) all'inutilità stessa della funzionalità. Parlando a titolo personale ogni qual volta provo Ubuntu con Unity disabilito tutte le funzionalità di ricerca online che portano a servizi di shopping e ricerche lasciando attiva soltanto la ricerca dei documenti su Google Drive (quella si che è utile). Sono sempre dell'opinione che se devo ad esempio cercare una informazione su Wikipedia tanto vale aprire il browser e andare su wikipedia a leggere quello che mi interessa. Inutile effettuare un passaggio in più all'interno della dash quando ho a disposizione un browser.
Sempre secondo me questa funzionalità ha senso di esistere soltanto in ambito mobile in quanto ben si sposa su dispositivi con display di dimensioni ridotte e assenza di multitasking reale.

Voi cosa ne pensate? Lasciate attiva la ricerca online di Unity? E se no perché? 


Posta un commento

Nuova Vecchia