24 ottobre 2014

Fatti rimborsare il sistema (in)operativo!



Con una recente sentenza della Cassazione è stato stabilito che i consumatori hanno diritto al rimborso delle licenze Windows acquistate in modo coatto insieme ai nuovi computer.

L'Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori insieme a Free Software Foundation Europe e Italian Linux Society hanno deciso di cogliere l'occasione per presentare all'Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato (AGCM) una esplicita richiesta ad intervenire nei confronti dell'ostruzionismo operato dai produttori di PC che in questi anni non si sono mai attivati per informare, assistere ed assecondare i consumatori nell'esercizio del loro diritto ad essere rimborsati.

Per l'occasione l'Italian Linux Society ha pubblicato la campagna online divulgativa dal titolo "Fatti Rimborsare il Sistema (in)Operativo!", da condividere e propagare ad amici e conoscenti, mirata a sollecitare i produttori ad esprimersi in modo chiaro sulla questione. Questo perché una volta sancito il diritto al rimborso è ora indispensabile renderlo attuabile per davvero: un diritto nascosto e osteggiato di fatto non esiste.

Trovate maggiori informazioni ai seguenti indirizzi

Sito Italian Linux Society - Diritto al Rimborso
Sito dell'ADUC con le informazioni sull'argomento
FSF Europe - Italia: la Corte di Cassazione abbatte l'imposta di Windows
News sul sito della Free Software Foundation - A victory for free software over the "Microsoft tax"
Il testo della sentenza che ha segnato la svolta
Continua...

Il video di LibreItalia per il LinuxDay 2014



LibreItalia ha realizzato un interessante video destinato ad esser proiettato durante gli eventi del LinuxDay 2014 nel quale viene illustrato il progetto LibreOffice e le migrazioni fino ad ora compiute.

Voce narrante delle slide è +Italo Vignoli, fra i fondatori del progetto LibreOffice e presidente onorario di LibreItalia (potete leggerne avere maggiori info su di lui qui e qua).

Buona visione e mi raccomando, fate girare!

Continua...

Marco's Box I/O 31+32


I pianeti del sistema solare messi in fila stanno comodamente nella distanza Terra-Luna [Sploid]
  • I proprietari del nome a dominio ebola.com vogliono 150.000 dollari per cederlo (sono anche orgogliosi possessori di fukushima.com e birdflu.com) [Factually]
  • Facebook cerca sul "dark web" password rubate per notificare gli utenti nel caso trovi qualche corrispondenza [The Verge]
  • Soundreef è una startup italiana che vuole combattere il monopolio SIAE per quanto riguarda l'incasso dei diritti d'autore: il tribunale di Milano ha affermato che lo può fare [Repubblica]
  • Un ricercatore americano sta cercando di recuperare e ricostruire le prime foto satellitari dei ghiacciai antartici, risalenti alla missione Nimbus dei primi anni '60 [The Verge]
  • La BBC realizza un 'videogioco' educativo per imparare i concetti alla base della programmazione simile a Scratch ma basato su Doctor Who ed i Dalek [The Register]
  • Un errore di programmazione ha causato in Aprile l'impossibilità di raggiungere il servizio di emergenza 911 negli Stati Uniti [The Verge]
  • Google adesso supporta l'autenticazione via token fisico [The Verge]
  • Su Kickstarter è apparsa la Hendo Hoverboard, che approssima abbastanza bene l'hoverboard di Ritorno al Futuro [Mashable]
  • Come si costruisce una tastiera da zero? [Gizmodo]
  • Una gran parte della forza lavoro che orbita intorno ai social network è costituita dai moderatori di contenuti, spesso in outsourcing fuori dagli Stati Uniti [Wired]
Continua...

Linux Mint 17.1: in arrivo miglioramenti per mintLocale


Dal fronte Linux Mint continuano ad arrivare settimanalmente notizie di aggiornamenti per i programmi di Cinnamon che troveremo su Linux Mint 17.1.
Questa volta il team di sviluppo si è dedicato al restyling di mintLocale, il tool di Linux Mint che si occupa della gestione delle localizzazioni di sistema.
Quella che segue è la nuova interfaccia di mintLocale ridisegnata per Linux Mint 17.1

il nuovo mintLocale

Così come gli altri tool anche in questo caso si è proceduti ad una razionalizzazione del modo in cui vengono mostrate le funzionalità. 
Ora abbiamo una divisione fra Lingua e Regione: questa funzionalità è importante perché consente a chi risiede all'estero di usare la propria lingua madre pur mantenendo le impostazioni locali per tempo, sistema numerico, monetario, indirizzi, telefono, misure etc.
Inoltre i metodi di input sono ora supportati. Questo è importante per le persone che vogliono scrivere in cinese, giapponese, coreano, tailandese, vietnamita ed un paio di altre lingue che richiedono caratteri o simboli non presente sulla propria tastiera.
Se volete provare il nuovo mintLocale prima del rilascio di Linux Mint 17.1 potete scaricare il pacchetto deb al seguente indirizzo https://github.com/linuxmint/mintlocale/releases/download/1.2.0/mintlocale_1.2.0_all.deb e installarlo sulla vostra Linux Mint 17.
Continua...

23 ottobre 2014

Ubuntu MATE 14.10 Utopic Unicorn, cosa installare per completarla


New entry nella serie di guide post installazione per la famiglia Ubuntu che a questo giro si arricchise di un nuovo desktop environment.
Il nuovo arrivato è Ubuntu MATE 14.10, la variante con MATE di Ubuntu, il desktop environment che una volta installato vi porterà indietro nel tempo ai fasti di GNOME 2 e di Ubuntu pre Unity.



Ubuntu MATE 14.10 cosa installare per completarlo


Ubuntu MATE 14.10

Fase 1: Abilitare i repository Partner di Canonical e aggiornare il sistema


Andiamo ad abilitare i repository Partener di Canonical che ci serviranno per installare programmi come Skype.

Cliccate su Sistema, andiamo su Preferenze e poi Software e aggiornamenti.
Andiamo ad Altro Software e spuntiamo le voci relative ai repository Partner di Canonical.


Chiudiamo ora il tutto e andiamo ad aggiornare il sistema.

Lanciamo il terminale e diamo

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

Installiamo dunque eventuali aggiornamenti proposti.


Fase 2: Installazione Codec, font microsoft, adobe flash, OpenJDK e il plugin per il browser


Andiamo ora ad installare i vari codec multimediali, supporto ai file compressi, font microsoft e adobe flash player. Possiamo farlo installando un solo pacchetto che provvederà a fare tutto da se.
Da terminale digitiamo

sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras p7zip

Durante l'installazione apparirà la richiesta di accettare l'installazione dei caratteri microsoft. Spostatevi con i tasti freccia e confermate le operazioni.

Andiamo ora ad installare openjdk e il plugin per il browser dando da terminale

sudo apt-get install openjdk-7-jre icedtea-7-plugin

In alternativa potrete installare la versione 8 dando

sudo apt-get install openjdk-8-jre

Fase 3: Messaggistica MSN, Skype, Twitter, gestione feed rss e Google


La messaggistica istantanea su Ubuntu MATE 14.10 è gestita dal tutto fare Pidgin che si occupa di gestire Google Hangouts e servizi simili. Troviamo anche HexChat per IRC.

Per la rete Skype serve però Skype. Se utilizzate il servizio potete installarlo dando da terminale

sudo apt-get install skype

Se usate twitter dal pc avete due validi programmi ovvero Gwibber e Hotot. A voi la scelta, entrambi possono essere installati da terminale o tramite Ubuntu Software Center.
Se usate i feed reader offline vi consiglio di installare Liferea.

Come client mail troviamo preinstallato l'ottimo Thunderbird quindi non c'è nulla da installare.

Fase 4: Altri browser e programmi p2p


Alcuni di voi potrebbero non gradire Firefox come browser predefinito. Le alternative principali sono Chromium e Google Chrome.
Visto e considerati i problemi che sta avendo il manutentore di Chromium in Ubuntu e quelli connessi a flash player tanto vale usare Google Chrome.
Potete scaricare il pacchetto deb di Google Chrome da questo indirizzo https://www.google.com/intl/it/chrome/browser/


Per quanto riguarda la gestione dei file torrent troviamo l'ottimo Transmission. Il programma è praticamente perfetto, l'unica cosa che vi suggerisco di fare è seguire la guida Transmission abilitare blocklist Bluetack per aumentare la privacy al fine di migliorare la privacy del programma quando scaricare file dal torrent.

Se usate ancora la rete Emule due sono i programmi, amule ed amule-adunanza a seconda o meno se siete su rete normale o su rete fastweb.
Se siete su rete normale installate amule dando da terminale:

sudo apt-get install amule

Se siete su rete fastweb installate Amule Adunanza con

sudo apt-get install amule-adunanza



Fase 5: Ufficio e svago


Su Ubuntu MATE 14.10 troviamo LibreOffice in versione quasi completa. Perché dico quasi completa? Be perché manca LibreOffice Base che come spesso accade nel mondo delle distro Linux non viene installato perché il pinguino medio non lo usa.
Se però avete intenzione di usarlo potete installarlo dando da terminale

sudo apt-get install libreoffice-base

Vi consiglio di installare anche il tema di icone per LibreOffice chiamato Sifr che è stato aggiunto a partire dalla versione 4.2 ma che su Ubuntu non si trova preinstallato.
Per farlo vi basterà dare da terminale

sudo apt-get install libreoffice-style-sifr

Una volta scaricato per abilitarlo su LibreOffice vi basterà andare su Strumenti, Opzioni, LibreOffice, Vista e li andare ad impostarlo.

Per quanto concerne invece l'editing di immagini troviamo Shotwell (per organizzare le foto), Eye of MATE (come visualizzatore di immagini, però non impostato come default visto che di default vien usato Shotwell) e Simple Scan (per la gestione dello scanner).
Quello che manca è un editor di immagini avanzato. La scelta obbligata è quella di installare GIMP che potete installare dando da terminale

sudo apt-get install gimp

Se lavorate anche con le immagini vettoriali vi consiglio di installare Inkscape dando da terminale

sudo apt-get install inkscape

Coloro di voi che fanno largo uso di epub possono trovare in Calibre un ottimo compagno. Questo programma consente di interfacciare il vostro lettore ebook con il PC ma anche il vostro device android e sincronizzare il vostro database.
Possiamo installare Calibre dando da terminale

sudo apt-get install calibre

I tecnici del settore dell'edilizia potrebbero aver bisogno di un CAD per realizzare planimetrie e quant'altro. Potete installare DraftSight scaricandolo a questo indirizzo. L'unica pecca è che a partire dalla versione 2015 il programma è realizzato per soli sistemi a 64bit.

Fase 6: Media Player


Come player audio e gestore raccolta musicale troviamo Rhythmbox mentre come player video troviamo Video (ex Totem) alla versione 3.10.1
Io vi consiglio di installare anche VLC con il quale potrete riprodurre praticamente tutto. Per installarlo date da terminale

sudo apt-get install vlc

Come programma per la masterizzazione troviamo preinstallato Brasero.

Fase 7: Utility varie


Per la gestione dei DEB e la loro installazione manuale  vi consiglio di installare GDEBI in quanto passare per l'Ubuntu Software Center è spesso scomodo sia perché il programma è pesante, sia perché da problemi con alcuni pacchetti (vedi ad esempio Draftsight).
Da terminale diamo

sudo apt-get install gdebi

Una utility che non deve mancare è PPA-Purge che consente di effettuare la rimozione di PPA aggiunti e di ripristinare al contempo la versione originale del programma. Lo installiamo dando da terminale

sudo apt-get install ppa-purge

Vi consiglio di installare anche un altro programma ovvero Synaptic, che altri non è che un gestore pacchetti che vi consentirà di cercare i programmi o i singoli pacchetti in maniera grafica. Da terminale diamo

sudo apt-get install synaptic

Nel caso in cui vi dilettiate con la compilazione di programmi è utile installare build-essential, un meta pacchetto che vi andrà ad installare il minimo sindacale per la compilazione.
Potete farlo dando da terminale

sudo apt-get install build-essential

Se invece siete i tipi da star a provare ISO di altre distro dalla mattina alla sera vi consiglio di installare due programmi. Il primo è Gparted, che altri non è che il gestore ed editor di partizioni. Vi servirà sia per fare operazioni di resize etc, sia per formattare le vostre chiavette dati
Possiamo installare gparted dando

sudo apt-get install gparted

Per quanto riguarda la scrittura di immagini su pendrive per la creazione di live usb possiamo installare l'ottimo Unetbootin dando da terminale:

sudo apt-get install unetbootin

Fase 8: Completare l'installazione della lingua italiana


Se avete installato Ubuntu MATE 14.10 mentre eravate collegati alla vostra rete domestica vi ritroverete già la lingua italiana installata. In caso contrario potete installare la lingua italiana dando da terminale:

sudo apt-get install language-pack-it language-pack-gnome-it aspell-it myspell-it witalian


FASE 9: Abilitare la fancy progressbar in APT


Scopriamo come attivare, grazie alla guida Ubuntu 14.04: Abilitare la fancy progressbar in APT la nuova progress bar colorata di APT.


FASE 10: Cambiamo quel tema orrendo


Il tema di default di Ubuntu MATE 14.10 è francamente inguardabile. Il mio consiglio è di installarvi qualche tema completo come Numix. Potete installarlo grazie al PPA Numix. Ecco come procedere. Da terminale date

sudo add-apt-repository ppa:numix/ppa

aggiornate

sudo apt-get update

ed installate il tutto dando

sudo apt-get install numix-gtk-theme numix-icon-theme*

Una volta installato il tema potrete impostarlo così come avveniva su GNOME 2 ovvero andando in Sistema, Preferenze, Aspetto e li cliccando su Personalizza potrete impostare la vostra combinazione finestre, tema gtk e icone.


o se volete qualcosa sul viola trovate gli ottimi Moka e Orchis che è compatibile con le GTK2. In tal caso aggiungiamo il PPA Moka (vi consiglio il daily che è aggiornato con maggior frequenza).

sudo add-apt-repository ppa:moka/daily

aggiorniate

sudo apt-get update

ed installate con

sudo apt-get install moka-icon-theme moka-gtk-theme orchis-gtk-theme faba-icon-theme faba-mono-icons
Continua...

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.