Linux Mint 19: Mint-Y sarà il tema di default e sarà rilasciata solo con Cinnamon, MATE e Xfce


Il team di Linux Mint ha pubblicato il consueto post mensile con l'elenco delle donazioni ricevute e, come spesso accade, ha rilasciato alcune informazioni sullo sviluppo di Linux Mint e Cinnamon.
Vediamo quali sono le novità:
  • Al momento la maggior parte del lavoro del team di sviluppo è dedicato all'adattamento dei pacchetti sulle nuove basi di sviluppo ovvero Debian Stretch per Linux Mint Debian Edition e Ubuntu Bionic per Linux Mint. Gli sviluppatori stanno applicando le correzioni abituali che erano state applicate alle release precedenti. Il lavoro svolto fino ad ora procede nel migliore dei modi. Il team sta inoltre lavorando per ridurre al minimo le differenze fra LMDE e Mint.
  • Il team sta anche lavorando ai miglioramenti per quanto riguarda il supporto HiDPI e il supporto alle GTK 3.22. Stanno inoltre lavorando al miglioramento delle icone e dei temi. A partire da questa release Mint-Y sarà il tema predefinito e per l'occasione stanno valutando se inserire o meno le varianti di colore così accadeva con vecchio tema.
  • Cinnamon 3.8 è stato finalizzato. Il rilascio della versione stabile è stato però leggermente ritardato a causa di un problema di build di libnemoextension (che è usato da Xreader e da alcune estensioni di Nemo). Se tutto andrà per il verso giusto Cinnamon 3.8 verrà rilasciato ufficialmente nel corso di questa settimana.
  • Nuove funzionalità sono ancora in fase di implementazione negli strumenti di Mint. Il team si sta concentrando in particolare su Update Manager, Software Manager e Welcome Screen.
Il piano dei rilasci non ha ancora date certe però è stata realizzata una scaletta nei rilasci:
  • Cinnamon 3.8 sarà rilasciato per primo, seguiranno i rilasci di Linux Mint 19 e successivamente LMDE 3
  • Le versioni di Linux Mint 19.x (19, 19.1, 19.2, 19.3) saranno disponibili in 3 edizioni (Cinnamon, MATE, Xfce), sia a 32 che a 64 bit.
  • LMDE 3 sarà disponibile in una singola edizione (Cinnamon), sia a 32 che a 64 bit.
  • Ubuntu 18.04 viene rilasciato con il tool ubuntu-report che raccoglie una serie di metriche e dati di utilizzo. Il team di Linux Mint ha deciso che questo pacchetto non sarà presente in Linux Mint, nessun dato verrà raccolto o inviato
  • In Ubuntu 18.04, il supporto alla crittografia per la directory home è stato rimosso dall'installer. Anche se è presto per confermare se questa funzionalità rimarrà, il team sta lavorando su di essa per poterla mantenere su Linux Mint 19.
  • L'installer di LMDE 3 non riceverà invece il supporto per la crittografia del disco o della directory home.

Questi post potrebbero interessarti

disqus

Licenza

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

Disclaimer immagini Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.