18 marzo 2015

[Aggiornato]: Windows 10 gratis anche per chi ha copie pirata ma le copie resteranno pirata dopo l'upgrade



POST AGGIORNATO DOPO LA PRIMA STESURA

Microsoft non ha ancora chiarito quali saranno i passaggi da effettuare per rendere genuina la copia di Windows 10 dopo l´aggiornamento, ma la copia illecita rimarrà tale.

Via The Verge


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno ed è destinata a suscitare il mormorio della rete, sia degli utenti Microsoft che degli utenti Linux.

Microsoft ha infatti fatto sapere tramite Terry Myerson, vice presidente esecutivo della sezione Microsoft Windows, che anche chi ha una copia pirata di Windows 7 o Windows 8.1 potrà aggiornare il suo sistema a Windows 10.


Microsoft getta quindi la spugna verso i pirati informatici da sempre abilissimi a trovare modi per craccare ogni tipo di programma.

Secondo voi quali ripercussioni avrà tale politica nella battaglia dei sistemi operativi? Come influirà sulla diffusione dei sistemi operativi Linux?

36 commenti:

  1. Hanno ammazzato il mercato potenziale di Linux nel 99,5% dei casi...

    RispondiElimina
  2. ma quindi devo scaricare la versione pirata di windows 7 o 8 e poi mi aggiorno al 10 o mi danno direttamente il 10 dal loro sito gratis?

    RispondiElimina
  3. Maurizio Di Girolamo18 marzo 2015 18:18

    Onestamente, gli conviene?
    A chi lo vendono più?
    Non funziona e hanno bisogno di beta tester inconsapevoli?

    Dal punto di vista commerciale, mi sembra più una resa che una vittoria.

    Possibile che Linux sia così' diffuso da costringerli ad una mossa così dirompente?

    E quelli come me, talmente avvezzi a Linux da non trovarsi più a loro agio con Windows, che fanno?
    Cercano una copia pirata di 7 per poter avere 10 gratis?

    Mi sembra ci siano parecchie incognite, ancora...

    RispondiElimina
  4. Non credo che sia la diffusione di Linux ad aver portato Microsoft a questa decisione. Vedo la distribuzione gratuita di Windows 10 come un atto dovuto verso chi ha creduto e comprato (pagando anche una bella cifra) Windows 8, che come sappiamo è stato molto criticato. Poi, è innegabile che Microsoft voglia portare tutti gli utenti ad abbandonare le vecchie versioni di Windows in favore della versione 10. Il fatto che rilasci la Windows 10 gratuitamente (solo se si aggiorna entro il primo anno dall'uscita) non vuol dire che sarà così per sempre. Anche Apple ha fatto la stessa identica cosa rilasciando gratuitamente OS X Yosemite per i suoi utenti.

    RispondiElimina
  5. la prima che hai detto.

    RispondiElimina
  6. sembra il tema di uno smartphone.., può piacere giusto solo ai bimbi social.. io preferisco un tema noioso da morire ma che mi dia la sensazione di stare su un computer reale e non al telefonino.. se questo è il futuro voglio essere antico più che mai

    RispondiElimina
  7. Diffondono Win 10 gratuitamente, per poi vendere Win 11.

    RispondiElimina
  8. io sono molto pranoico.

    a volte penso che i dati utente che puo raccogliere windows 8, siano estremamente importanti per MS.
    vorranno recuperare l'enorme bacino di utenza che usa windows 7.

    se il sistema in sè era "importante", perché regalarlo? sicuramente è più importante il suo utilizzatore.

    per il poco tempo che ho usato windows 8-81, fra store, skyone, geolocalizzazione, mi pareva di stare costantemente in filo diretto con MS.

    RispondiElimina
  9. Secondo me c'è il barbatrucco: prima ti aggiornano e dopo un mese/anno ti dicono "Ti piace l'esperienza Windows 10? Allora acquista la licenza!"

    RispondiElimina
  10. Esatto, non vogliono un altro xp..

    RispondiElimina
  11. Leggevo su altri siti che il problema non si sarebbe posto con le copie piratate, perché bastava formattare e attivare windows 7 col periodo di prova. A quel punto sembra che aggiornando a windows 10 la copia fosse a tutti gli effetti attivata e legale, da qui l'inutilità di far pagare le copie pirata anche perché essendo gratis solo per il primo anno la soluzione più logica è quella di fare un'installazione pulita di windows 10 senza ulteriori zozzerie e farsi un'immagine dell'hard disk così da avere il famoso "supporto de repristeno a gratise" come dicono al mio paese....

    RispondiElimina
  12. TRa le clausole minuscole ci metteranno sicuramente qualche inc...ata, dopo ti arriva una bella letterina di addebito della licenza! LOL

    RispondiElimina
  13. chiedo scusa ma:
    1.chi usa linux non lo fa per motivi econominci ma oserei dire per senso civico, e siccome sono(siamo) veramente in pochi, sineramente non credo che il target di microsoft sia linux;
    2. microsoft è una azienda che ha agito sempre in regime di monopolio in modo eufemisticamente non del tutto corretto, quindi non credo che all'improvviso si metta a fare beneficenza, ma cambia strategia per continuare a fare profitto semplicemente perchè sono cambiati i prodotti che creano reddito;
    3. sul mercato esistono alternative che stanno crescendo a livello di sistema operativo, come chromeos, logicamente non come sistema prefessionale, ma sufficente all'uso quotidiano dell'utente medio, quindi microsoft semplicemente ha capito, e non ci voleva un genio, che gli utili si fanno non solo dalla vendita delle licenze, ma soprattutto dai servizi offerti, come google per intenderci, che, attraverso i suoi sistemi operativi piazza i suoi servizi su tutte le piattaforme( mobile, home, tv, car...) e tra l'altro i produttori hardware hanno margini ridottissimi;
    4. di conseguenza microsoft temporneamente distribuisce gratuitamente il suo sistema su tutte le piattaforme, satura il mercato, raccoglie una montagna di informazioni e le rivende guadagnandoci sopra.
    Non capisco perchè ci si sorprende tanto, siamo di fronte ad una guerra tra colossi, google contro microsoft, che centra linux? Anzi linux è stato usato da google come cavallo di troia per entrare nel mercato, sempre e solo per fare profitto proprio come microsoft, come lo usa samsung con tizen per i servizi smart delle tv, ognuno tira a campare...

    RispondiElimina
  14. HopFrog Salerno19 marzo 2015 15:49

    Non vedo la relazione con i sistemi liberi a meno che questi ultimi - come parrebbe da questo articolo - non vengano considerate "alternative" meno pregiate del sistema operativo per eccellenza che dovrebbe essere Windows. Chi scegli sistemi liberi (Gnu/Linux, BSD, etc) lo fa con la consapevolezza di aver scelto la libertà e il rispetto degli standard oltre alla sicurezza e performance di altissimo livello. Non a caso dove l'informatica è professionale e deve garantire stabilità e sicurezza Windows viene cacciato a calci nel sedere (da ultimo la Stazione Spaziale Internazionale) o non viene preso proprio in considerazione (sui server Windows copre una fascia di mercato davvero minimale)

    RispondiElimina
  15. Perchè? Se uno è interessato a software libero ed opensource punterà ancora su Linux non certo su Windows.

    RispondiElimina
  16. Conviene, conviene. In primi dare a tutti Windows10 ridurrà la frammentazione tra sistemi e poi permetterà di creare un ecosistema forte sul modello Apple. Tieni conto poi di tutte (le molte volte inutili) funzionalità online (del tipo Cortana o l'accesso con l'account Microsoft live) e vedi che conviene.

    RispondiElimina
  17. Gracias, lo buscaba para un video que no podia reproducir

    RispondiElimina
  18. Marco Giannini20 marzo 2015 08:17

    de nada :)

    RispondiElimina
  19. Quello è il restante 0,5% :D

    RispondiElimina
  20. Beh, con gli smartphone Android è lo stesso, filo diretto con Google, o sbaglio?

    RispondiElimina
  21. A questo punto conveniva loro darlo direttamente gratis.
    Comunque chi usa Linux lo fa anche per un etica personale, quindi continuerà ad usare Linux. Il problema è che sono una minoranza insignificante quindi le software house continueranno a supportare solo Windows e iOS.

    RispondiElimina
  22. gogol è peggio che mai! ambigui e subdoli.
    non mi pongo il problema, uso un telefono da 5 euro. chiamate e sms.

    RispondiElimina
  23. A mio parere se un utente sceglie Linux solo perché gratis, meglio che se ne stia con Windows ! Si sceglie Linux per altro, non perché gratis, ma perché libero o perché piace o perché lo si preferisce a Windows. Inoltre il titolo del post è tutto un programma," windows 10 gratis anche per chi ha copie pirata" , ma perché prima chi aveva copie pirata pagava ? Microsoft ha detto apertamente che loro non assicurano che l'aggiornamento su copie pirata vada a buon fine, in quanto sono copie pirata e rimarranno copie pirata anche dopo l'aggiornamento e loro non hanno alcun controllo su queste copie di Windows. Quindi tanto rumore per nulla !

    RispondiElimina
  24. Non cambierà nulla, windows era "gratis" anche prima per la maggior parte di chi lo usa.
    Open Source non significa gratis se non ti è chiaro.

    RispondiElimina
  25. Ma come, Office non è open source? L'ho trovato su isohunt, se vuoi te lo passo :) :) :)

    RispondiElimina
  26. Ah ah ah, in effetti chi paga Office lo devi cercare con il 'lanternino'... ;)

    RispondiElimina
  27. Ciao, non sono riuscito ad instalalrle ne su ubuntu 14 né sul Tablet Android.
    Puoi aiutarmi?

    RispondiElimina
  28. Marco Giannini29 marzo 2015 21:35

    Dove ti blocchi?

    RispondiElimina
  29. Marco Giannini29 marzo 2015 21:36

    è un tema molto colorato come va di moda in questi ultimi anni :)

    RispondiElimina
  30. Sul tablet lo scarica, ma poi come faccio ad installarlo non l'ho capito.
    Su Ubuntu non so proprio la procedura.
    Grazie, scusa.

    RispondiElimina
  31. Marco Giannini30 marzo 2015 09:59

    Allora, per quanto riguarda Android hai bisogno di un launcher che supporti i temi di icone come Apex oppure Nova Launcher. Una volta installato un launcher che supporti i temi basterà applicare il tema grazie all'apposita del launcher.

    Circa Ubuntu procedi come segue.

    1) Scarica il set di icone cliccando su download zip. Estrai dal file zippato le due cartelle FlatWoken e FlatWokenMin

    2) nella tua cartella home abilità la visione dei file nascosti in nautilus. Ti appariranno le cartelle nascoste che sono contrassegnate dalla presenza del punto davanti al nome tipo .config etc.
    3) Se c'è cerca la cartella .icons all'interno della home, se non c'è crea una nuova cartella e chiamala .icons (mi raccomando il punto).
    4) copia all'interno della cartella .icons le due cartelle che prima hai estratto.
    5) applica il tema di icone con il programma che preferisci, puoi usare sia Unity Tweak Tool che Ubuntu Tweak.

    RispondiElimina
  32. per il momento grazie!
    Sei gentilissimo.
    Appena possibile ci provo e ti faccio sapere.
    Grazie mille ancora.

    RispondiElimina
  33. scusami ancora, ma dov'è "Download Zip" ?

    RispondiElimina
  34. Marco Giannini30 marzo 2015 13:09

    https://github.com/alecive/FlatWoken

    RispondiElimina
  35. After installing these in Ubunut codecs I'm able to play hevc codec files but it has a greenish effect. Here the screenshot goes and please reply me in English as I don't know Italian. Thanks.

    RispondiElimina
  36. Marco Giannini12 aprile 2015 16:49

    have you an intel video card?
    Have you try to disable accelerated video output in VLC?

    http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=2158707

    http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1281556

    RispondiElimina

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.