12 luglio 2013

Datagate: Ecco come Microsoft collaborava con Prism e l'NSA



Nuove scottanti rivelazioni arrivano sulla vicenda Prism. In un articolo pubblicato sull'edizione online del quotidiano britannico Guardian, sono emersi alcuni dettagli su come Microsoft collaborava con l'NSA per il suo programma Prism. Ecco i dettagli emersi:

  • La Microsoft ha aiutato l'NSA ad aggirare la cifratura del nuovo portale Outlook.com al fine di intercettare le chat private scambiate via web
  • L'NSA aveva altresì ottenuto accesso alle email su Outlook.com, Hotmail e Live con un metodo che consentiva di accedere ai dati prima della cifratura.
  • FBI e NSA avevano un accesso facilitato, tramite Prism, a SkyDrive, il servizio di cloud storage di casa Microsoft
  • Nel mese di luglio dello scorso anno, nove mesi dopo che Microsoft ha acquistato Skype, l'NSA si è vantata che una nuova funzionalità introdotta in Skype il 14 Luglio 2012 gli aveva permesso di triplicale il numero di video chiamate intercettate attraverso Prism.
  • Tutto il materiale raccolto in questo modo era condiviso fra FBI, CIA e NSA.
Questo è quello che è emerso relativamente a Microsoft ma va ricordato che l'agenzia aveva stretto rapporti anche con Apple, Google, Facebook e Yahoo.

Mi vien sempre più da pensare che quel sant'uomo di Richard Stallman aveva visto giusto e che il suo estremismo era ben motivato
Voi cosa ne pensate?
Prima di concludere il breve post vi lascio con il video di una canzone il cui ritornello mi vien da canticchiare ogni qual volta penso a Prism....


 


Fonte notizia The Guardian.uk
Immagine via 9GAG

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.