Notizie da Linux Mint: Timeshift diventa una XApp e Blueman sostituisce Blueberry

Puntuale come sempre, anche per questo mese di Maggio arriva il consueto post di Clement Lefebvre sulle novità dal mondo di Linux Mint.


Timeshift adottato come XApp

Gli snapshot di sistema sono al centro della strategia di aggiornamento di Linux Mint. Grazie a Timeshift, Linux Mint è stato in grado di elaborare una solida strategia di aggiornamento e di far conoscere agli utenti l'importanza di effettuare gli snapshot del sistema prima di un upgrade importante.

Timeshift è stato creato e mantenuto da uno sviluppatore di grande talento chiamato Tony George. Sfortunatamente ha dovuto interrompere lo sviluppo di Timeshift per concentrarsi sugli altri suoi progetti. 

Il team di Linux Mint si è messo in contatto con Tony per vedere come poter aiutare e alla fine ha deciso di occuparsi della manutenzione di Timeshift.

Timeshift

Timeshift è ora mantenuto come XApp e le sue traduzioni vengono eseguite su Launchpad.


Blueman sostituisce Blueberry

Molto tempo fa Linux Mint utilizzava GNOME Bluetooth, un'utility che funzionava bene su molti desktop. Quando ha perso il suo frontend per diventare parte di gnome-control-center, GNOME Bluetooth ha improvvisamente funzionato solo in GNOME. Linux Mint aveva però bisogno di una soluzione per Cinnamon, MATE e Xfce. Non aveva senso che ogni desktop sviluppasse il proprio strumento Bluetooth quindi gli sviluppatori di Mint hanno scritto una XApp per ripristinare il frontend mancante che era stato rimosso. Questa XApp si chiamava Blueberry e ha consentito a Linux Mint di continuare a utilizzare GNOME Bluetooth negli ultimi 7 anni.

A partire dalla versione 42 GNOME Bluetooth non è più compatibile con Blueberry. Blueberry dovrebbe subire modifiche significative per poter ancora funzionare e quindi probabilmente lo sviluppo dell'applicazione verrà interrotto.

Blueman d'altra parte accoglie utenti da tutti gli ambienti desktop. Non si basa su GNOME Bluetooth. È un frontend GTK per lo stack bluetooth Bluez.

Blueman

La sua interfaccia utente è più complessa, ma questo perché fornisce molte più funzionalità. 

Fra l'altro, a differenza del team di GNOME Bluetooth, gli sviluppatori di Blueman sono molto aperti ad accogliere consigli e miglioramenti e per questo motivo il team di Linux Mint ha deciso di passare a Blueman su Linux Mint 21.

Posta un commento

Nuova Vecchia