Numix Hermes porta IRC anche su Android

IRC è un protocollo di comunicazione online, inventato nel 1988 da Jarkoo Oikarinen. È estremamente potente e conosciuto, specie nel mondo dello sviluppo e dell'open source, dato che permette di parlare contemporaneamente con più persone, con una solida infrastruttura. Quest'ultima è composta da Server e Stanze.
Sul Server  Freenode, ad esempio, è famosissima la stanza #ubuntu, dov'è possibile ricevere supporto tecnico sull'omonimo sistema operativo.

Se prima però IRC era prerogativa solamente dei PC Desktop, ora le cose stanno per cambiare.
Numix Project Ltd., infatti, ha da poco rilasciato una nuova app su Google Play: Hermes, che porta tutta la comodità di IRC su Android.





Hermes adotta in pieno il Material Design, presentato da Google all'I/O 2014, con cards, ripples e altre animazioni particolari. L'interfaccia è semplice e pulita: accanto ad ogni stanza compare un piccolo contatore con i messaggi non letti e una stella, che permette di selezionare la stanze preferite (che saranno automaticamente aggiunte all'avvio).

Hermes, inoltre, si integra con tutto l'ecosistema Android, grazie alle notifiche e ai servizi Google.
Infine, il codice sorgente dell'app è disponibile a tutti su GitHub.


Posta un commento

  1. Veramente si può disabilitare. E' comunque furba la cosa, ci si lamenta di un elemento e si va ad usare la concorrenza che si basa su quell'elemento..
    Se fosse per certi estremisti firefox avrebbe la percentuale di diffusione di Linux su desktop...

    RispondiElimina
  2. Disabilitare non mi risulta, ma puoi non usarlo.... Proprio come i servizi di google... Ma poi alla fine tutti andiamo sui social tutti abbiamo email etc ma se non ricordo male la campagna di firefox contro bigG verteva proprio su 2 punti:
    Sicurezza e ora non credo che sia più un must solo di ff
    Privacy che man mano va levando

    Io non voglio disattivare voglio che quel codice non sia presente ne compilato come avevano promesso qualche tempo fa.... Ma fatta la nomina...

    RispondiElimina
  3. C'è scritto nell'articolo pure
    "Servizio che non è possibile rimuovere, ma solo disabilitare."
    Quindi se è un qualcosa di disattivabile non vedo come sia minata la privacy, mi sembra solo una presa di posizione abbastanza miope IMHO...inoltre non credo che Chrome si limiti a raccogliere dati solo quando si usano i servizi google, altrimenti progetti come Iron non avrebbero senso..

    RispondiElimina
  4. Infatti era proprio di srw iron che sottointendevo quando parlavo di non raccogliere troppi dati personali. Se per te disabilitare = non usare allora si può disabilitare... Ma l'hai provato o parli per sentito dire?

    RispondiElimina
  5. Anche fosse come dici, e c'è comunque ancora un abisso fra Chrome e Firefox, sceglierei sempre di farmi raccogliere i dati da Firefox piuttosto che da Google, almeno fino a che Mozilla non diventi più potente di Google stesso, cioè presumibilmente mai!

    RispondiElimina
  6. "non me ne frega nulla della mia privacy"

    OMFG!

    RispondiElimina
Nuova Vecchia