Il Governo Britannico sceglie il formato aperto ODF per i propri documenti


Lo scorso Gennaio vi avevamo parlato dell'intenzione espressa dal Governo Britannico di abbandonare Microsoft Office e i suoi formati in favore di soluzioni open source e di standard aperti.
Bene, a distanza di sei mesi questa intenzione si è concretizzata. 
Il Governo Britannico ha infatti emanato una nuova normativa che indica quali sono i file da utilizzare in tutti gli organi di Governo scegliendo il formato aperto ODF per i propri documenti office. 

Il Governo inizierà a produrre documenti utilizzando il formato aperto in modo che cittadini e persone che lavorano nel governo possono utilizzare le applicazioni che meglio soddisfano le proprie esigenze. 

  • PDF/A o HTML per la visualizzazione di documenti governativi
  • Open Document Format (ODF) per la condivisione e la collaborazione dei documenti governativi

Questa mossa consentirà un risparmio complessivo pari a 1,2 miliardi di sterline (non è però chiaro come questa cifra sia stata calcolata), una cifra enorme che sarà utilizzata a vantaggio dei cittadini.

La scelta di utilizzare i formati aperti rientra in un piano a lungo termine per aiutare le imprese locali a crescere. Gli standard aperti ridurranno i costi, creeranno condizioni di parità fra i fornitori di tutte le dimensioni e renderanno più facile lavorare con il Governo.
Oltre a questo i cittadini non dovranno più sostenere i costi della licenza per visualizzare o lavorare con i documenti messi a disposizione dal Governo.

Che dire, lunga vita e prosperità alla Regina!

Posta un commento

Nuova Vecchia