13 gennaio 2016

Red Hat lancia Ansible 2.0 – maggiore supporto alle installazioni hybrid Cloud e nuove funzionalità di automazione



Red Hat lancia Ansible 2.0 – maggiore supporto alle installazioni hybrid Cloud
e nuove funzionalità di automazione

La nuova release rende più semplice lo sviluppo dei playbook e comprende 200 nuovi moduli


Milano, 13 gennaio 2016 – Red Hat, Inc. (NYSE: RHT), leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, annuncia la disponibilità di Ansible 2.0. Questa nuova release del framework open source di automatizzazione IT presenta nuove funzionalità di automazione e nuove integrazioni con diversi servizi e provider, allargando il supporto delle installazioni Cloud pubbliche, private e ibride, estendendo al contempo la presenza di Ansible all’interno degli ambienti e della gestione delle reti Microsoft Windows.

Ansible è progettato per consentire a sviluppatori e operatori di imparare rapidamente il software e installarlo, dando loro la possibilità di abbattere le barriere tra i team IT grazie all’automatizzazione delle loro attività di routine. Ansible 2.0 semplifica l’utilizzo di Ansible grazie ai seguenti aggiornamenti:

  • I task block consentono di sviluppare playbook e task con maggiore semplicità e inoltre danno la possibilità di integrare la gestione delle eccezioni e il recupero; 
  • Un playbook parser più evoluto consente di identificare gli errori con maggiore chiarezza e suggerisce i correttivi; 
  • Nuove modalità di esecuzione danno modo agli utenti di accrescere la velocità delle installazioni su molteplici macchine; 
  • Una maggiore flessibilità dei task facilità il riutilizzo dei contenuti di automazione in diversi ambienti e contesti; 
  • L’inserimento delle informazioni relative ai playbook in servizi quali chat, e-mail e aggregatori di log può essere configurato con facilità grazie ai nuovi plugin integrati. 

Siamo convinti che i nostri utenti debbano potersi concentrare sul proprio business e non sull’imparare a utilizzare strumenti complessi”, commenta Tim Cramer direttore Ansible Engineering di Red Hat. “Ansible 2.0 fa propria questa visione dando maggiore flessibilità nel linguaggio Ansible Playbook, mantenendo la semplicità d’uso che consente agli sviluppatori di operare più rapidamente”.

Automazione grazie alle innovazioni portate dalla community
Con oltre 2.000 contributi ai repository su GitHub e più di 200 contributo per la sola release 2.0, Ansible ha a disposizione una comunità globale di sviluppatori e utenti provenienti da diversi ambienti e con diversi casi d’uso. La loro partecipazione e i loro feedback consentono ad Ansible di rispondere alle esigenze di quasi tutte le organizzazioni IT.

La modularità del codice base di Ansible, unite alla facilità con cui è possible contribuire, consente ad Ansible di gestire l’attuale infrastruttura ma anche di adattarsi rapidamente alle nuove esigenze dell’IT e di integrare le nuove tecnologie create dalla community. Ansible 2.0 comprende quasi 200 nuovi moduli nel Cloud pubblico, privato e ibrido, che tengono conto di container, networking e Windows e consentono agli utenti di rendere automatiche un numero sempre maggiore di operazioni.


Tra le caratteristiche principali del nuovo modulo:
  • Una serie completamente nuova di moduli per la gestione di OpenStack, il più importante framework di cloud computing, sviluppato in concerto con la community di OpenStack; 
  • 30 nuovi moduli per migliorare ed estendere il supporto di Amazon Web Services; 
  • Un supporto molto maggiore per la configurazione e la gestione degli ambienti VMware 
  • Un maggiore supporto per la gestione degli ambienti Microsoft Windows; 
  • Significativi miglioramenti del modulo Docker e un nuovo plugin di collegamento. 
  • Maggiore supporto per l’automazione delle reti. 

Disponibilità
Ansible 2.0 è immediatamente disponibile attraverso GitHub, PyPi, e package manager per buona parte delle maggiori distribuzioni Linux. Per gli utenti che cercano un maggiore controllo, sicurezza e delegazione delle installazioni Ansible, è disponibile Ansible Tower in livelli adatti a tutti, dalle piccole aziende ai grandi team di sviluppo di applicazioni mission critical.

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.