29 aprile 2015

Microsoft Continuum for Phones: arriva la convergenza che funziona




Questa sera Microsoft ha annunciato il suo nuovo progetto chiamato Continuum for Phones, una nuova funzionalità che sarà disponibile sugli smartphone Windows equipaggiati con Windows 10 che verranno messi in commercio a partire dall'estate 2015.

Continuum for Phones vi consentirà di avere un pc sempre a portata di mano: basterà collegare il proprio smartphone con Windows 10 ad un monitor, un mouse e una tastiera oppure semplicemente ad una SmartTV per avere tutta la potenza delle applicazioni universali sviluppate da Microsoft e poter lavorare e divertirsi. Questo è possibile grazie al fatto che Microsoft con Windows 10 ha introdotto le App Universali  ovvero applicazioni che sono in grado di funzionare su Tablet, PC o Smartphone e di adattarsi nell'interfaccia al device in uso.

Microsoft Continuum for Phones

Gli utenti Linux più vecchi diranno, be dove sta la novità? Ci aveva già pensato Canonical qualche anno fa con Ubuntu for Android e prima di lei Motorola con il suo Atrix.

La differenza qui risiede nel fatto che le applicazioni sono pensate per essere davvero universali ed il tutto è realtà e non si ferma solo a qualche prototipo. Infatti Canonical, dopo l'annuncio ufficiale e qualche breve apparizione qua nelle varie fiere del settore, ha messo in disparte il progetto per dedicarsi anima e corpo al suo sistema operativo per smartphone.

Da fan di Linux spero solo che a questo punto Canonical decida di fare altrettanto e lanciare un prodotto simile quanto prima visto che ora i tempi sono maturi perché gli smartphone hanno ora la giusta potenza hardware e Canonical non deve più appoggiarsi ad Android per funzionare.

Voi cosa ne pensate? Io sto ancora assistendo al combattimento all'ultimo sangue che c'è in me fra il nerd e il pinguino.

8 commenti:

  1. Se non ricordo male,Shuttleworth aveva un'idea simile,ma la differenza di risorse ha fatto sentire il suo peso.
    Si devono fare scelte,una:Ubuntuforandroid,Ubuntutv o che altro?
    Speriamo

    RispondiElimina
  2. Marco Giannini29 aprile 2015 23:53

    Esatto, l'idea e un primo prototipo funzionante tramite android esisteva, poi hanno sprecato tutto investendo in mille progetti :(

    RispondiElimina
  3. Forse xò essendo Ubuntu for Android una cosa che girava appoggiata ad Android aveva un consumo di risorse eccessivo, mentre essendo questo lo stesso sistema e le stesse App è molto diverso.

    RispondiElimina
  4. Roberto Tamburrino30 aprile 2015 17:51

    secondo me è importante ma non fondamentale la convergenza ! che pensino a fare bene i loro prodotti nei singoli dispositivi intanto ! poi se c'è pure la convergenza è meglio sicuramente , ma non a discapito della funzionalità nei dispositivi .

    RispondiElimina
  5. Di sicuro c'è che Microsoft sta facendo sforzi enormi e passi da gigante, quindi da ammirare! E il sistema creato è molto affascinante tanto che anch'io, con tutti i problemi che mi crea Linux, sono combattuto fra l'anima open e l'efficienza geek.

    RispondiElimina
  6. Da quello che ho capito l'idea di Canonical non sarebbe cambiata, però invece che usare Android usano Ubuntu installato sul telefono. Per poter fare questo però devono darsi una mossa a creare l'interfaccia di Unity 8 anche per desktop.

    RispondiElimina
  7. Io sono un utente Windows ormai da anni, ci lavoro, ci passo il tempo e lo uso giornalmente anche dal mio Lumia, tempo fa mi ero appassionato al mondo Ubuntu ma poi ho perso la pazienza e ho deciso che l'Open Source è una bella cosa nella teoria, ma non fa per tutti. Non fa per me, che ho deciso di appoggiarmi ad una piattaforma stabile e sicura e già impacchettata. Scatto una foto dal mio Lumia e la ritrovo al PC con OneDrive, faccio il Backup e ho i numeri di telefono e i msg sempre con me una volta fatto il ripristino, e poi il sogno di ogni nerd o quasi nerd sta per realizzarsi, un telefono che si può usare come mini PC, le app sostituiranno programmi pesanti come la suite Office, che per un utilizzo standard vanno più che bene. E' la filosofia che Microsoft sta cambiando, tutto sempre appresso a noi.

    Secondo me è nato come progetto ambizioso e sta diventando concreto nel giro di un anno, è qualcosa di incredibile che io come utente apprezzo e ho sperato da sempre.

    Tra l'altro mi pare che sempre più servizi Microsoft siano disponibili in tutte le piattaforme e assolutamente gratis, altro punteggio a favore di Microsoft.

    Secondo me l'Open Source è solo una bella teoria, che si scontra con realtà ben diverse e più attrezzate come l'ecosistema Microsoft e Apple, ma ancor di più con la miriade di fork e derivate che non fanno altro che frammentare tutto e rendere aggiornamenti una chimera.

    RispondiElimina
  8. secondo me il confronto non regge, i compromessi per l'ideale Open si scontrano con la concretezza di un sistema impacchettato. Per me per il 90 % delle funzioni che un PC svolge, il miglior sistema è Windows. E soprattutto Microsoft sta rinascendo come nuova azienda e nuovo modo di fare che mi piace davvero tanto, coinvolge gli utenti nello sviluppo dell'OS, offre i servizi gratuitamente a tutte le piattaforme, offre il passaggio al nuovo Windows 10 gratuito, insomma sembra quasi più Open Microsoft che Ubuntu.

    RispondiElimina

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.