15 febbraio 2015

Raspberry Pi 2 Model B: una prima recensione


Ebbene si, alla mia Wandboard Quad, messa a confronto contro la Odroid XU3 e la Radxa Rock, caduta un po' in disgrazia, si aggiunge una nuova scheda alla mia collezione: una Raspberry Pi 2 Model B.
Raspi2 fresca di consegna
Questa versione ha ricevuto un notevole boost nelle prestazioni, fino a 6x per quanto riguarda la gestione di codice Javascript e comparabile ad un PC con Intel Pentium IV prima generazione con un Fortran-stress test, da quanto si legge in altri post sulla rete. Monta un ARM Cortex A7 quad core e ha in dotazione 1 GB di RAM, supporto HDMI, microSD, Ethernet 10/100 (niente Gigabit Ethernet) e 4x USB 2.0, oltre ai 26 pin GPIO. Tutti gli accessori del Modello B+ sono perfettamente compatibilli con questo modello.

La vera notizia e' che non c'e' sovrapprezzo rispetto alla versione precedente, anzi sono riuscito ad acquistarla da pollin.de a 38€ + spese di spedizione (DHL), mentre il modello vecchio e' offerto a 41€.
La cattiva notizia riguarda gli accessori inclusi nella confezione: nessuno, poiche' occorre acquistare tutto a parte, anche il cavo di alimentazione (un comune cavo mini-usb come quello degli smartphone non-Apple).
Se si procede all'acquisto di un case in plexiglass (8€), un adattatore WiFi (9€), un cavo di alimentazione (4€), una tastiera+mouse (Logitech bluetooth da 24€),  una microSD da almeno 16GB (15€), si raggiungono facilmente cifre di tutto rispetto.



Sono disponibili al momento 3 distribuzioni linux: Ubuntu Snappy Core, Raspbian e ArchLinux.
Da una prima prova, ArchLinux funziona egregiamente in versione headless, ma non ha il supporto per X, per via dei moduli xorg mancanti, mentre Raspbian, la distribuzione ufficiale fornita da Raspberry, basata su Debian Wheezy, offre ottime prestazioni, usando una microSD Samsung classe 10 da 16 GB.
Il boot e l'avvio dei programmi e' buono e si riesce a fare quasi di tutto: da YouTube (mediante il player HTML5 / non esiste Flash) fino a Word processing o ai giochi: il progetto Retropie supporta anche questa nuova scheda e i risultati potete giudicarli da soli:



Personalmente, promuovo questa versione di Raspberry Pi, se la gioca benissimo con altre schede piu' costose, ricordando che ha dalla sua una vastissima community e che il 90-95% dei progetti esistenti in rete, funziona (e anche meglio) su questa scheda!

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.