1 novembre 2014

La Cina migrerà a Linux entro il 2020



La Cina migrerà completamente a Linux entro il 2020. Ad annunciarlo è stato lo stesso Governo Cinese che ha pubblicato il piano di migrazione che porterà la terra del Dragone Rosso a sostare tutti suoi sistemi informatici a Linux. La notizia, già nell'aria da tempo, arriva dopo le dure parole del Governo Cinese che aveva definito Windows 8 uno spyware al punto da vietarne, lo scorso maggio, l'installazione sui computer ad uso governativo.

La versione di Linux che verrà utilizzata sarà molto probabilmente Ubuntu Kylin, la derivata di Ubuntu realizzata in collaborazione con il CSPI ovvero il China Software and Integrated Chip Promotions Centre (che fa parte del Ministero Cinese dell'Industria e dell'Information Technology).

Il piano di migrazione è stato ribattezzato de-Microsofting dal professor Ni Guangnan (professore dell'Accademia Cinese di Ingegneri) che ha realizzato il piano di migrazione approvato dal Governo. Il piano prevede la migrazione a Linux di tutti i server governativi, mainframe e singole macchine.
L'ambizioso piano prevede un tasso di migrazione del 15% l'anno in modo da completarsi completamente entro il 2020.
Questa fa da eco a quanto annunciato dal Governo della Corea del Sud che ha recentemente annunciato la migrazione al software open source entro il 2020.

Un oriente in fermento che non vede l'ora di distaccarsi dai sistemi operativi chiusi occidentali e si rifugia nei sistemi operativi Linux.

Maggiori informazioni le potete trovare ai seguenti indirizzi:

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.