20 agosto 2014

Kinect for Windows V2 su Linux: la prova


Solo un giorno fa mi è stata recapitata una nuova Microsoft Kinect for Windows V2 fiammante, ovvero il sensore RGBD low-cost (a 199€) piú performante del momento.

Kinect for Windows V2

Questo nuovo dispositivo è dotato di una videocamera RGB con risoluzione massima di 1920x1080 pixel (full HD) a 30Hz, ed un sensore IR attivo con tecnologia Time-of-Flight (TOF - o nell'italianizzatissimo 'tempo di volo', ndr) da 512x424 pixel che ne consente il funzionamento anche in condizioni di bassa illuminazione, oltre ad un array di 4 microfoni, per il riconoscimento vocale.
Il sensore funziona solamente su specifici controller USB3.0, tra cui NEC e Intel  HCI 8 (generalmente presente su schede madri che supportano CPU Haswell).

Stando a quanto riporta Microsoft, questo sensore riesce a riconoscere la posizione, i movimenti e la voce di ogni singola persona (fino a 6), con un incremento delle prestazioni, in termini di fedeltá, di 3 volte superiore rispetto al modello precedente. Inoltre, lo Standard Development Kit 2.0 per Windows consente di rilevare 25 articolazioni, il battito cardiaco e l'espressione facciale di ogni utente.

Tutto questo è fantastico per chi usa Windows. Ma per Linux?

Su Linux, dimenticate la possibilitá (almeno per ora) di poter tracciare i gesti e i movimenti di una persona. Finora, l'unica nota positiva è data dall'esistenza della libreria libfreenect2, ancora in uno stato embrionale (le API non sono definitive), ma che funziona egregiamente, a patto di aver a disposizione un computer con un controller USB 3.0 supportato da libusb e una scheda grafica discreta, meglio se Nvidia, per via del rendering eseguito usando i fragment shaders e i vertex shaders in OpenGL.

Questo è l'output di libfreenect2 (testato su Manjaro Linux con kernel 3.14.15), una volta eseguito:

Rendering in OpenGL dei dati provenienti dalla Kinect V2
Da notare, in alto a sx, i dati acquisiti via IR.
Sicuramente il progetto libfreenect2 continuerá a crescere, complice la crescente diffusione del sensore stesso (solo da poco è possibile acquistarne uno), consentendo anche a noi pinguini di poter lavorare/giocare con questa tecnologia.

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.