4 luglio 2014

La Corea del Sud punta all'open source entro il 2020



Se in Italia, salvo qualche eccellenza locale guidata da amministratori illuminati, il dibattito sull'uso di software libero e open source è quasi nullo, in altra nazioni la situazione è completamente diversa.
Negli scorsi mesi vi ho parlato di nazioni come Francia, Spagna, Cina, Germania etc.

A questo elenco si unirà a breve la Corea del Sud che ha annunciato la sua intenzione di covertirisi al software open source. La patria delle più famose aziende dell'elettronica di consumo (e delle waveya :D) sta infatti valutando di aumentare l'uso di software libero e open source per diminuire la sua dipendenza dal software proprietario (e dalle altre nazioni) il tutto entro il 2020, anno in cui terminerà il supporto a Windows 7. 

Il piano di migrazione è stato istituito con l'obiettivo di creare un ambiente di computing non più sbilanciato verso un solo sistema operativo e altresì per creare un ecosistema di software open source nazionale attraverso una stretta collaborazione fra pubblico e privato. 

Il piano comprende anche la conversione all'HTML5 e all'esclusione di Active X da tutti i siti web della pubblica amministrazione in modo da consentire la libera connessione ad internet con tutti i sistemi operativi e browser entro il 2017.
I documenti distribuiti dalle pubbliche amministrazioni saranno rilasciati in formato PDF e hwp.

Il progetto pilata partirà nel 2015 e coinvolgerà 10 istituzioni pubbliche e private. A partire dal 2018 il Governo verificherà se l'introduzione di software open source avrà o meno ridotte le spese. Tutti i dati saranno resi pubblici e serviranno successivamente come base per ampliare ulteriormente il progetto.

Maggiori info su:

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.