11 settembre 2013

Come ripristinare le configurazioni iniziali dei software in Linux


Si sa, chi arriva si Linux dopo poco nel 99% dei casi inizia a smanettare col sistema.

Temi, configurazioni astruse, script mistici, estensioni, mutilazioni... il crash potrebbe essere però sempre in agguato.

Una estensione mefitica blocca Gnome Shell, un programma in avvio blocca il sistema, un browser diventa scemo... le possibilità sono diverse.

Per tutto però c'è una soluzione "facile"!


"In Unix tutto è un file"

Ecco la massima, uno dei capisaldi dei sistemi Unix e derivati.

Quando mettiamo mano a qualcosa, qualsiasi cosa, dalla cronologia del browser alla configurazione di un programma questo va a editare un file di testo.

La "casa" storica di questi file di testo in configurazione originale è la directory "skel", pochi programmi però la usano ancora per i propri file, ormai la configurazione di default corrisponde al file vuoto o addirittura nessun file (usando un concetto "if-exist-use").


Esempio di Xorg.conf:

Xorg è considerato da sempre una bestia nera, perché?  Semplice: partendo da un file  con opzioni vuote lo si doveva configurare a mano.
Bisognava sapere chi e cosa fossero le periferiche di in-put, le specifiche del monitor, dati della vga, mappare se c'erano tasti extra di mouse e tastiera e sperare che xorg digerisca il tutto avviandosi.
Oggi non è più così, xorg.conf nemmeno si usa più salvo rarissimi casi e non è più necessario scriverlo tutto, basta la sola sezione che ci serve.

Tornando ai file di testo, salvo configurazioni "system-wide" questi file saranno nella nostra home directory o sottocartelle.


Nota: utilizzo il terminale perchè al solito è un tool universale, i vari file manager invece usano  scorciatoie o menù diversi per mostrare i file nascosti.

Andiamo a cercarli, apriamo il terminale e accertiamoci di essere nella nostra home directory con 

pwd

se avete dei dubbi usate 

cd $HOME

eccoci, ora ci siamo per certo 

Provate a listare il contenuto della vostra home directory con 

ls

eh, si, sono proprio loro! i vostri file.. ma c'è altro, nascosto ai vostri occhi, usate

ls -a


eccoli qua, cartelle e file nascosti con il nome preceduto da un punto, li sono le vostre configurazioni! 

Qui sta a voi,  rm -r .***  cancellerà tutti i file e cartelle che iniziano per "." , con almeno un nome di 3 caratteri 

rm -r .nomecartella eliminerà  la cartella indicata ricorsivamente (quindi tutto il suo contenuto).

per il singolo file invece basterà rm .nomefile 

terminata la "pulizia" riavviate il PC, o solo il server grafico o la singola applicazione  a seconda di cosa dovevate  resettare.

NOTA: non allarmatevi, il riavvio successivo potrebbe essere più lungo del solito, dipende dalla velocità  del vostro pc. 

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.