9 luglio 2013

LXDE-Qt non è pesante, le precisazioni dello sviluppatore principale ai soliti haters


Debian-LXDE-Qt


No, LXDE-Qt non è pesante, anzi!
Lo sviluppatore principale di LXDE risponde alle critiche che alcuni utenti gli hanno mosso in seguito alla pubblicazione del post inerente a LXDE-Qt. Molti utenti si sono dichiarati entusiasti (compreso il sottoscritto) ma altrettanti si sono scagliati contro l'uso delle Qt definendo LXDE-Qt come pesante. C'è da dire che molti di questi utenti sono i soliti partigiani delle GTK pronti a scagliarsi contro chi usa delle librerie diverse (gente così c'è anche nelle Qt).
Siccome il blog è attualmente offline vi posto l'articolo per intero così da consentire a tutti voi di leggere la difesa dei programmatori di LXDE

No, LXDE-Qt is not bloated

After posting a preview screenshot for LXDE-Qt, I got quite a lot of feedback from various sources. Generally the responses from the users are positive, but there are also some people saying that LXDE is no longer lightweight.
Please, in the free world we’re all friends and let’s not spread FUDs to hurt each other. I’m not going to respond to groundless accuse or get involved in toolkit wars. Just see the screenshot.
This screenshot is done for a cleanly installed Debian testing system running LXDE-Qt after a cold boot. The Qt theme engine used is “CleanLook”.
The command “free -h” shows that 252 MB is in use. However, most of the space is used for buffers and caches. After excluding caches and buffers, the memory usage is 91 MB. On the same machine, LXDE gtk+ version uses 86 MB. Will you call this “bloated”? Please note that I open “lxterminal”, a GTK+ 2 terminal emulator, to execute the “free” command. That means doing this also loads GTK+ so the actual memory usage should be lower than this. Besides, I’m using zh_TW locale since I’m from Taiwan and we use traditional Chinese here. That means, I also have Chinese fonts and input methods loaded in the memory. If you’re a western user, you probably don’t need them and can save a little bit here.
By default, similar setting under Ubuntu will use around 200 MB of RAM.  That’s caused by differences between distros, not the bloat of LXDE. So, please stop spreading unfounded FUDs. Qt is designed for use with embedded systems and cell phones. How fat and resource hungry can it be? It’s the way you use it that really matters.
Delivering a good lightweight desktop is always our goal no matter what approach we’re using. So stay tunned and be confident.

Come potete leggere lo screen precedentemente postato di LXDE-Qt era stato realizzato su di una Debian testing con Qt theme engine CleanLook. Escludendo la cache e il buffers LXDE-Qt necessita di soli 91 MB per esser eseguito a fronte degli 86 MB di una sessione LXDE classica basata sulle GTK. Il risultato può naturalmente esser ancora di più migliorato anche e sopratutto se si tiene conto che il developer autore del post fa uso dei caratteri tradizionali cinesi (essendo di Taiwan) che è risaputo, occupano uno spazio aggiuntivo in memoria.

Un simile settaggio su Ubuntu / Lubuntu occupa circa 200 MB ma questo non è causato dal DE bensì dai vari settaggi della distro (è risaputo, Ubuntu e famiglia ciucciano più RAM di altre distro a parità di servizi e impostazioni).

Il sito può essere attualmente raggiunto nella webcache di Google al seguente indirizzo (sperando torni online presto). 
Il sito è tornato online, ecco l'url del post http://blog.lxde.org/?p=1026
Ringrazio +Daniele Colangelo per aver condiviso la notizia sul suo stream di Google+

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.