27 aprile 2013

Kubuntu 13.04 - Guida post installazione


Quinta ed ultima guida post installazione per Ubuntu 13.04 e famiglia. Come ultima distro ho deciso di dedicarmi alla mia derivata preferita ovvero Kubuntu. 
Kubuntu 13.04 non è da considerarsi come il solito aggiornamento semestrale in quanto le novità presenti in questo rilascio sono davvero tante a cominciare dal nuovo installer che ha ora un look molto professionale (imho dovrebbero utilizzare lo stesso accostamento di toni usati nell'installer anche in un tema per personalizzare la distro). Le altre novità le potrete leggere nel paragrafo apposito.
Ovviamente Kubuntu 13.04 fa uso di KDE 4.10.2 ovvero l'ultimo rilascio in ordine di tempo del DE del draghetto che rende la distro leggera e prestante.
Be, basta prologhi, cominciamo :)


Kubuntu 13.04 Cosa installare per completarlo

Kubuntu 13.04 come si presenta al primo avvio

Kubuntu 13.04 a chi è destinata?

Kubuntu 13.04 è destinata a tutti quei pinguini che sono alla ricerca di una distro debian based con un KDE personalizzato al minimo. A differenza di altre distro KDE based più blasonate, Kubuntu 13.04 riduce le personalizzazioni al minimo in modo da offrire una esperienza KDE quanto più pura possibile. 
Oltre a ciò Kubuntu 13.04 può essere usata da tutti quegli utenti delusi sia da Unity che da GNOME Shell e cercano un ambiente desktop personalizzabile (KDE lo puoi personalizzare in ogni singola virgola), facile da usare e con un aspetto classico che non rincorra le interfacce per tablet come la concorrenza. 

Le principali novità di Kubuntu 13.04

Ma vediamo le principali novità di Kubuntu 13.04 
  • KDE 4.10.x
  • Kernel 3.8.8
  • Muon Suite 2, ovvero la suite per installare applicazioni, pacchetti, aggiornamenti e widget pensata ed ideata appositamente per le distro debian based. La suite comprende un gestore pacchetti, un installatore DEB, un Software Center e Muon Discover che altri non è che una versione avanzata del software center di prima con una interfaccia ancora più user friendly
  • Rekonq 2, la nuova versione del browser per KDE sviluppata da Andrea Diamantini. Rekonq 2 porta con se numerose novità e miglioramenti di stabilità
  • Homerun, una alternativa al lanciatore applicazioni Kickoff. Homerun, da molti definito come un clone di Unity, è un lanciatore applicazioni a tutto schermo.
  • Nuovo Gestore Monitor, che ci consentirà di gestire facilmente i monitor connessi al PC (io l'ho provato attaccando al portatile un monitor esterno e devo dire che è facilissimo da usare)
  • Oxygen Sans Font, i font pensati per integrarsi alla perfezione con Oxygen sono ora preinstallati nella distro (ma non applicati di default)
  • Krita, l'applicazione per la pittura digitale è ora installata di default
  • Nuovo installer grafico
  • LibreOffice 4.0
  • Supporto per collegare device MTP, ora potrete collegare i vostri smartphone e dispositivi multimediali che fanno uso del protocollo MTP e gestirli direttamente da Dolphin in semplicità senza fare magheggi
  • Tomahawk, il nuovo player audio che ora è presente nei repository della distro
Come vedete la verdura al fuoco c'è ed è tanta (si la verdura, sono vegetariano :P). Oltre a queste novità troveremo già installati tanti programmi che ci consentiranno di utilizzare la distro fin da subito sfruttandone ogni potenzialità.

La guida vera e propria



Fase 1: Abilitare i repository Partner di Canonical e aggiornare il sistema

In questa prima fase post installazione è di buon consiglio abilitare i repository Partner di Canonical che ci servirà per installare programmi di terze parti come ad esempio Skype e Adobe Flash Player.

Nel menù di avvio cerchiamo gestore di nel campo di ricerca e selezioniamo poi il Gestore di pacchetti Muon.

Si aprirà ora il Gestore di pacchetti Muon. Bene, ora non ci resta che cliccare su Impostazioni e poi su Configure Software Source. 



Andiamo ora alla scheda Altro software e spuntiamo le voci Partner di Canonical



Ora chiudiamo il tutto e aggiorniamo il sistema. Volendo potete utilizzare lo stesso Muon ma siccome nella guida utilizzeremo sempre il terminale meglio farlo fin da subito :P 
Aprite il terminale dal menù avvio (konsole) e digitate

sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade

e installate gli aggiornamenti che vi proporrà.
Come potete vedere


ad un giorno del rilascio c'è davvero poca roba.

Fase 2: Installare Firefox ed usarlo al posto di rekonq

Allura, come ho detto nell'introduzione con le novità su Kubuntu 13.04 troviamo rekonq 2 come browser predefinito. Il browser è fatto bene e si integra con il sistema, solo che non ha le potenzialità di altri browser più famosi come Firefox e Chrome che possono vantare su una grande comunità che sviluppa estensioni.
Per questo motivo gli stessi autori di Kubuntu hanno inserito nella distro un piccolo script chiamato Mozilla Firefox Browser Installer (lo trovate nel menu avvio alla voce Internet) che lancierà il Muon Software Center per consentirci di installarlo.



Il problema è che a partire da Kubuntu 12.04 non vi sono più le patch per integrare al meglio Firefox su KDE. Mancherà la possibilità di aprire i file dal download manager di Firefox (in termine tecnico manca i mimetypes). Fortunatamente però c'è un PPA ufficiale che va a rimediare a tutto ciò, l'unico neo di questo PPA è che i manutentori non sempre aggiornano subito il PPA alle nuove versioni. Questo PPA è sponsorizzato da Blue Systems (nuovo sponsor esterno di Kubuntu).
Quindi prima di installare Firefox aggiungiamo questo repository. Per farlo apriamo il terminale e digitiamo

sudo add-apt-repository ppa:blue-shell/firefox-kde

Aggiorniamo con

sudo apt-get update

ed infine installiamo Firefox con

sudo apt-get install firefox firefox-kde-support firefox-locale-it

Mentre vi sto scrivendo il PPA non è stato ancora aggiornato all'ultima compilazione di Firefox quindi non funziona correttamente (tipo i file immagine li apre con l'editor di immagini) ma fidatevi, fra qualche giorno andrà senza problemi :)
Per sapere come impostare Firefox come browser predefinito vi rimando al post Impostare Firefox come browser su Kubuntu

Fase 3: Installazione CODEC, Adobe Flash, RAR e caratteri Microsoft


Per installare i codec multimediali, il supporto ai file compressi RAR, Adobe Flash Player e i caratteri Microsoft su Kubuntu 13.04 basterà dare da terminale un unico comando.
Aprite dunque il terminale e digitate

sudo apt-get install kubuntu-restricted-extras p7zip


Piccola nota, il comando che vi ho postato installa due pacchetti distinti ovvero il meta pacchetto kubuntu-restricted-extras ed il pacchetto p7zip che contiene il supporto al formato 7zip. 

Ad un certo punto dell'installazione comparirà la seguente finestra di avviso. È la licenza dei caratteri Microsoft. Per proseguire usate i tasti freccia della tastiera e selezionate prima Ok


e poi nella finestra successiva Si (con invio confermate).



Altra cosa che potrebbe servirvi è l'aggiunta dei repository Medibuntu che servono per aggiungere a Kubuntu alcuni codec proprietari che per motivi legali non sono stati inclusi nei repository.
Come prima cosa aggiungiamo il repository e la chiave pubblica. Aprite il fido terminale e digitate:

sudo wget --output-document=/etc/apt/sources.list.d/medibuntu.list http://www.medibuntu.org/sources.list.d/$(lsb_release -cs).list && sudo apt-get --quiet update && sudo apt-get --yes --quiet --allow-unauthenticated install medibuntu-keyring && sudo apt-get --quiet update

(attenzione a copiare tutto)

Per aggiungere i codec per la decodifica CSS dei DVD diamo

sudo apt-get install libdvdcss2

Per aggiungere invece i codec non free

sudo apt-get install non-free-codecs

Quest'ultimo pacchetto si porterà con se i codec w32codecs per i sistemi a 64bit come dipendenza.
Se siete su di un sistema a 64bit digitate:

sudo apt-get install w64codecs


Fase 4: Installazione OpenJDK e plugin per il browser


Su GNU/Linux è possibile installare la versione open di Java chiamata OpenJDK. Questa è utile per eseguire le applicazioni basate su Java (vedasi Jdownloader) e per la visualizzazione di alcune pagine web che richiedono tale tecnologia.

Per installare OpenJDK su Kubuntu 13.04 basterà dare da terminale

sudo apt-get install openjdk-7-jre

Ora installiamo il plugin per il browser dando

sudo apt-get install icedtea-7-plugin


Fase 5: Messaggistica istantanea, posta elettronica, twitter e feed rss


Su Kubuntu 13.04 troviamo come programma per la gestione di Gtalk, Jabber, Facebook, Yahoo etc l'ormai maturo Telepathy KDE che già dalla scorsa versione è andato a sosituire il caro e vecchio Kopete. Devo dire che lo sto utilizzando da un po e, salvo qualche bugghettino sporadico, è davvero ben fatto. Il mio consiglio? Usatelo, alla fine è anche integrato nel sistema quindi...

Come client email troviamo Kmail che, come il nome fa presagire (in KDE ci mettono la K davanti a tutti i loro programmi) è un programma che si integra perfettamente con il sistema e con i programmi della suite KDE Pim. Personalmente non lo uso in quanto preferisco gestire le mie caselle di posta direttamente dal web. Il consiglio è quello di provarlo. Se non vi piace l'alternativa è quella di usare Thunderbird. 
Se volete installare Thunderbird al posto di Kmail fate come segue:
rimuoviamo come prima cosa Kmail dando

sudo apt-get remove kmail

ed infine installiamo Thunderbird dando

sudo apt-get install thunderbird thunderbird-locale-it


Be, per le video chat con i vostri amici finestrati sapete bene che l'unica alternativa è usare Skype. Oltretutto come ben saprete a partire dal mese scorso Microsoft ha deciso di spegnere la rete MSN invitando tutti i suoi utenti ad effettuare il merge con l'account Skype, quindi con Skype installato avrete risolto il problema e potrete chattare con entrambe le tipologie di utenti. Per installare Skype da terminale vi basterà dare: è uno dei programmi più famosi per effettuare videochiamate. Come installarlo? Semplice da terminale date

sudo apt-get install skype

Per la gestione dei Feed RSS su Kubuntu 13.04 troviamo preinstallato Akregator. Il programma è ottimo e lo uso tutti i giorni. Se avete dunque l'abitudine di usare un client desktop per i Feed be, Akregator non vi deludera.

Come client twitter visto che siete su Kubuntu 13.04 avete due scelte, o Choqok (che è nativo per KDE) installabile con

sudo apt-get install choqok

oppure Hotot che è installabile con

sudo apt-get install hotot-qt


Fase 6: Editor di immagini


Come vi ho scritto ad inizio post su Kubuntu 13.04 troviamo preinstallato Krita, il programma di editing immagini e pittura digitale che fa parte della suite da ufficio Calligra. Si, è ben fatto, però per l'editing di immagini spinto alternative non ce ne sono, l'unica è utilizzare GIMP (fra l'altro gli stessi autori di Krita non dicono che il loro programma sia una alternativa completa a GIMP). Possiamo installare GIMP da terminale dando

sudo apt-get install gimp


Fase 7: Utility

Su Kubuntu 12.10 troviamo Muon suite per la gestione pacchetti e via discorrendo. Il problema è che spesso e volentieri il suddetto programma canna alla grande quando andiamo ad installare alcuni deb presi dalla rete (vedasi DraftSight) e non scarica a dovere tutte le dipendenze. Il mio consiglio è dunque quello di installare il buon Gdebi. Per farlo da terminale diamo

sudo apt-get install gdebi-kde

Una utility che non deve mancare è PPA-Purge che consente di effettuare la rimozione di PPA aggiunti e di ripristinare al contempo la versione originale del programma. Lo installiamo dando da terminale

sudo apt-get install ppa-purge

Infine, ma non meno importante, se siete amanti degli ebook e avete un ebook reader vi consiglio di installare Calibre. Lo potete installare dando da terminale:

sudo apt-get install calibre


Fase 8: Download manager, torrent e p2p


Come programma per la gestione dei file Torrent su Kubuntu 13.04 troviamo già installato KTorrent che è uno dei migliori programmi. L'unico consiglio che vi do è dare una occhiata alla guida KTorrent aumentiamo la privacy con i filtri PeerGuardian per impostare nel programma i filtri PeerGuardian ed aumentarne la sicurezza.

Manca invece un programma per la rete KAD e edonkey. La soluzione? Installare amule.
Se avete una abbonamento Alice, Tiscali, Libero e simili vi basterà installare amule dando da terminale

sudo apt-get install amule

Se invece siete abbonati Fastweb vi consiglio di usare la versione specifica ovvero Amule Adunanza.
Da terminale date

sudo apt-get install amule-adunanza

Come client per i protocolli stile fileserve etc (o quel che resta sigh) l'unica soluzione completa è Jdownloader. Per installarlo dobbiamo per prima aggiungere il PPA. Da terminale diamo quindi

sudo add-apt-repository ppa:jd-team/jdownloader

aggiorniamo

sudo apt-get update

ed infine installiamo jdownloader

sudo apt-get install jdownloader


Per gestire i download tramite browser vi consiglio di installare KGet digitando da terminale

sudo apt-get install kget

Per avere maggiori info su KGet e scoprire come meglio integrarlo su Firefox vi basterà leggere la mia precedente guida KGet - Il miglior download manager per KDE


Fase 9: Multimedia e masterizzazione


Come player audio predefinito su Kubuntu 13.04 abbiamo il pluri apprezzato e osannato Amarok. Se però non vi piace (poi però dovete scrivermi il motivo) abbiamo due alternative. La prima è Clementine che possiamo installare da terminale con

sudo apt-get install clementine

L'altro programma è Tomahawk che, come avete letto ad inizio guida, è ora presente nei repository di sistema e quindi potrete installarlo dando

sudo apt-get install tomahawk

Come player video troviamo, purtroppo, Dragon Player. Non voglio criticarlo è che bo, cioè è essenziale e senza personalità. In passato erano trapelati alcuni screenshot della nuova versione in sviluppo ma poi non si è saputo più nulla. L'alternativa numero uno la conoscete, e risponde al nome di VLC.
Per installare VLC da terminale digitate

sudo apt-get install vlc


Fase 10: Completare l'installazione della lingua italiana

Per completare l'installazione della lingua italiana basta andare ad Impostazioni di sistema e cliccare su Localizzazione


Apparirà una nuova schermata. Il programma provvederà in questa fase a fare le cosine sue per scaricare i pacchetti per la lingua



Cliccate ora sulla lingua italiana e successivamente cliccate sulla freccia al centro per impostare l'italiano come lingua predefinita


Inserite la vostra password utente per acconsentire al download dei pacchetti rimanenti per la lingua


Dopo aver inserito la password installerà i pacchetti.


Un messaggio ad installazione avvenuta vi chiederà di riavviare i programmi aperti in precedenza per visualizzare correttamente la lingua.





Fase 11: Miglioriamo la resa dei caratteri

Come sempre nelle guide per Kubuntu inserisco il paragrafo caratteri. Ora, non so se è il monitor mio che fa schifo, non so se è la risoluzione che uso (1280x800), non so se è perché son miope ma fatto sta che i caratteri di default io non li leggo affatto bene rispetto alle altre distro di casa Canonical. Questo per via di alcuni settaggi di Kubuntu che son un pochetto messi alla buona. Se anche voi siete del mio stesso pensiero scopriamo come modificare il rendering dei caratteri e cambiarli di grandezza (o magari anche di tipo). Per sistemare i caratteri basta andare in Impostazioni di sistema, cliccare Aspetto delle applicazioni e poi su Caratteri. Vi troverete alla seguente schermata. Come potete vedere dallo screen in allegato

I fonts così come sono impostati di default su Kubuntu 13.04

Come potete vedere sono settati a grandezze piccoline e oltretutto sono da ritoccare a livello di anti-aliasing.

Alla voce Utilizza l'anti-aliasing per i caratteri mettete Abilitato e alla voce Forza DPI per i caratteri mettete 96 DPI




Cliccate ora su Configura. Mettete alla voce Utilizza sub-pixel hinting il valore RGB mentre a Stile di hinting mettete Moderato



Cliccate ora su OK per confermare. Una volta fatto noterete subito un miglioramento a livello di leggibilità.

Io poi siccome che sono cecato (cit) ingrandisco il tutto di un punto e metto in grassetto il Titolo della finestra. Ecco come imposto io i caratteri



Una volta fatto cliccate su Applica. Poi a voi sbizzarirvi con le combinazioni di fonts. Potreste 
Poi naturalmente, potete sbizzarrirvi e mettere la combinazione di caratteri che preferite.
Ecco, visto che su Kubuntu 13.04 sono preinstallati gli Oxygen Font potete usare quelli. 


Fase 12: Rimuovere l'avvio di batteria guasta all'avvio del sistema


Se avete come me installato Kubuntu 13.04 su di un vecchio portatile avrete di certo notato un fastidioso e odioso avviso all'avvio del sistema che segnala la presenza di batteria guasta. Questo avviso ODIOSO si manifesta in presenza di vecchie batterie che hanno perso la loro capacità di carica. Oltre ad essere ODIOSO è anche PARTICOLARMENTE ODIOSO.

Lo so che la mia batteria è difettosa, il portatile è dell'anteguerra!!!
Vediamo assieme come rimuoverlo. Clicchiamo sul menù di avvio, andiamo ad Impostazioni di sistema. Clicchiamo su ora su Notifiche delle applicazioni e di sistema. 
Nella finestra che si apre alla voce "Sorgente dell'evento" selezioniamo "Sistema di gestione energetica"

Rimuoviamo quell'odioso avviso di batteria guasta
Ora basterà togliere il segno di spunta a Riproduci un suono e ad Mostra un messaggio in una finestra temporanea così come in figura. Ora non ci resta che applicare e mandare a quel paese quell'odioso avviso.



Fase 13: Rimuovere o personalizzare il suono di login

Visto che ci troviamo nel menu delle notifiche diamo uno sguardo alla voce Spazio di lavoro di KDE. Nascosta in questa sezione troviamo la voce Accesso.


Qui possiamo modificare il suono di avvio oppure eliminarlo

Cosa fa Accesso? Be questa voce regola il suono di avvio ovvero l'ODIOSA musichetta che sentiamo appena avviamo Kubuntu. Oltre che ODIOSA questa musica rallenta l'avvio del PC sulle macchine non più giovani. Io la disabilito ogni volta (levando il segno di spunta). Se volete potete però cambiarla mettendo qualcosa di più personale tipo una voce che dice "Bentornato mio signore, in cosa posso esserle utile?" ovviamente ve la dovete registrare a parte :D


Fase 14: Velocizziamo il sistema sulle macchine datate

Forse non lo sapete ma su Kubuntu è presente un comodo meta pacchetto chiamato kubuntu-low-fat-settings che si occupa di applicare una serie di accorgimenti volti a velocizzare il sistema. Fra le correzioni che apporta, ad esempio, c'è quella di disabilitare il suono all'avvio del sistema. Oltre a questo modifica gli effetti e disattiva Akonadi e Nepomuk.
Se dunque avete necessità di velocizzare Kubuntu 13.04 potete installare il pacchetto e riavviare. Da terminale lo installate dando:

sudo apt-get install kubuntu-low-fat-settings

Maggiori info le trovate in questo post Kubuntu Low Fat Settings: Velocizziamo Kubuntu 11.10 Oneiric


Fase 15: Disattivare Akonadi e Nepomuk

Se non avete la necessità di usare Nepomuk usate questa semplice guida per scoprire come disattivarli.


Fase 16: Installiamo i wallpaper aggiuntivi

Di default su Kubuntu 13.04 troviamo solamente lo sfondo di default di KDE 4.10 (troppi default nello stesso rigo mi sa). Ora, lo so che a molti non frega nulla in quanto usano sfondi propri, però è carino averne una selezione standard. Per installare i wallpaper aggiuntivi basta cliccare con il tasto destro sul desktop


e selezionate Impostazioni di Desktop predefinito come in figura (si sarebbe dovuto vedere il puntatore del mouse ma non vuole uscire, si vergogna)
Cliccate ora su Install Default Wallpapers (si son dimenticati di tradurlo)


e vi installerà gli sfondi di default di KDE.


Piccola aggiunta per chi ha installato KDE per la prima volta. Sempre da questa schermata potrete fare altre cose. Cliccando su Apri potrete scegliere uno sfondo vostro, cliccando su Ottiniei nuovi sfondi... il programma si collegherà ad un database online dove potrete scaricare tanti sfondi gratuiti.

Fase 17: Cambiare la disposizione del desktop

Mi riallaccio alla schermata di prima. Non so se avete notato ma in alto c'è una voce chiamata Disposizione. Cliccando su di essa si aprirà un menu a discesa grazie al quale potremo cambiare l'aspetto del desktop.
Ecco le modalità presenti


La modalità Desktop predefinito è quella che troviamo di default. L'altra modalità più significativa è Cerca e avvia che ci consentirà di avere una interfaccia, per così dire, adatta a display di piccole dimensioni.

Modalità cerca e avvia
Che poi se non ricordo male se installate Kubuntu su netbook vi si avvia di default così.


Fase 18: Proviamo il menu avvio Homerun

Ad inizio post, fra le note di rilascio ho segnalato la presenza di Homerun preinstallato. Il lanciatore applicazioni Homerun. Il widget (perché di questo si tratta) può essere aggiunto cliccando sull'icona del pannello degli strumenti che trovate alla destra dell'orologio e successivamente su Aggiungi oggetti.


Cercate ora Homerun e aggiungetelo (doppio click su di esso)


Una volta aggiunto potete spostarlo e metterlo dove volete. Bene. Il funzionamento di Homerun è semplice, per la serie visto che hai tutto il desktop perché non mostarti tutte le applicazioni su di esso visto che lo spazio si spreca? In pratica è la stessa cosa che fan Unity, GNOME Shell e OS X.
Il lanciatore Homerun in azione
A me non piace. Se volete rimuoverlo (ma il discorso vale per qualsiasi widget aggiungete al pannello) vi basterà cliccare sulla relativa icona con il tasto destro del mouse e cliccare su Rimuovi.



Fase 19: Integriamo LibreOffice in KDE

LibreOffice su KDE si vede da schifo ed è un dato di fatto. I menu a discesa sono piatti e anonimi. Come risolvere? Bene seguite la mia precedente guida Migliorare l'integrazione di LibreOffice su KDE dove spiego come risolvere con un piccolo trucchetto :)


Fase 20: Montare una partizione all'avvio del sistema

Avete altre partizioni (magari quella di Windows) che volete rendere disponibile all'avvio del sistema? Seguendo questa semplice guida potrete farlo con un semplice click senza dover modificare il file /etc/fstab. Scopriamo come fare con la guida KDE: Montare una partizione all'avvio del sistema


Fase 21: Manteniamo KDE sempre aggiornato

Se vogliamo mantenere KDE sempre aggiornato su Kubuntu 13.04 (ve lo consiglio) basterà aggiungere il PPA Kubuntu Updates. Vediamo come fare. Apriamo il terminale e diamo

sudo add-apt-repository ppa:kubuntu-ppa/ppa

ed aggiorniamo il sistema dando

sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade

22 commenti:

  1. Grazie Marco

    Enrico

    RispondiElimina
  2. Sempre puntuale e preciso !
    Vedi se riesci a darmi una dritta.
    Nelle versioni precedenti se io volevo aggiungere una risoluzione non esistente, editavo Xsetup in etc/kde4/kdm .
    Ma ora queste cartelle e file non sembrano esistere più.
    Hai idea di come le cose siano cambiate ?
    Grazie
    Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhm Kubuntu 13.04 è passato a lightdm, sarà per quello probabilmente uhm

      Elimina
  3. Ottima guida, grazie
    Franco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver lasciato un commento :)

      Elimina
  4. Ottimo,grazie per le indicazioni,ho sempre avuto timore di kde per la sua presunta pesantezza,adesso non piu'...;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gira molta cattiva informazione su Kubuntu

      Elimina
  5. Grazie per la guida, molto utile! Soprattutto il dettaglio sul pacchetto kubuntu-low-fat-settings: sto facendo girare Kubuntu sopra VirtualBox su un potatile che non è esattamente un fulmine, e ogni dritta aiuta.

    Aggiungo solo un dettaglio che porebbe interessare noi "scarabocchiatori" dotati di tavoletta grafica: il pacchetto di cui sopra ha disabilitato il caricamento del servizio della tavoletta Wacom all'avvio.

    Ho riattivato il servizio da Impostazioni di sistema - Avvio e spegnimento - Gestione dei servizi - area "Servizi all'avvio".

    (Precisazione: sono un'utont... ehm, principiante totale, questa è la prima che ho trovato dopo 5 minuti di ricerca. Prendete quello che ho scritto con le molle.)

    --JK

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il commento :)
      Per quanto riguarda la tavoletta hai fatto bene, è proprio li che puoi attivare o disattivare l'avvio automatico. Il pacchetto lfs agisce proprio così, disattiva alcuni servizi, animazioni e cose del genere

      Elimina
  6. ciao scusate ho un problema per quanto riguarda gdebi, quandoi vado per aprirlo mi esce il seguente errore Il file di pacchetto non esiste
    È stato selezionato per l'installazione un file che non esiste. Selezionare un file pacchetto .deb esistente.

    cosa puo essere grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con che pacchetto? Come lo usi? Fai il click destro sul deb da installare e poi selezioni Gdebi?

      Elimina
  7. tipo con il deb di chrome ma anche altri, cmq mi da errori semplicemente se apro gdebi

    RispondiElimina
  8. Dopo l'aggiornamento non si riesce più a collegare la scheda wifi, rimane costantemente in attesa dell'indirizzo ip e non si collega mai. con il cavo invece tutto ok. Soluzioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino tu abbia fatto un aggiornamento di versione, in questo caso prova a controllare in Driver aggiuntivi se è necessario installare dei driver proprietari per il Wifi.
      Se hai già fatto che scheda hai?

      Elimina
  9. Ciao,
    leggendoti meglio ha notato questa tua apertura:

    "Quinta ed ultima guida post installazione per Ubuntu 13.04 e famiglia. Come ultima distro...."

    non so come interpretarla... o forse mi son perso qualcosa delle novità sul web.

    Mi chiarisci questa frase per curiosità... vuol dire che non ne farai più in futuro :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No per ora non abbandono il blog :P
      Era riferito alla serie di 5 guide per Ubuntu 13.04 e derivate :)

      Elimina
  10. mi sento assai sollevato .... ^__^

    Avevo paura di perdere il migliore blog kubuntu, e non solo, che conosca.

    Lunga vita a questo blog... e al suo fondatore :-))

    Enrico

    RispondiElimina
  11. Ciao Marco, ho installato kubuntu 13.04 64 bit ma purtroppo mi ritrovo ogni paio di ore con un dmks kernel panic che mi blocca il sistema.
    Comincia a lampeggiare il caps lock e non mi resta che soagnere drasticamente.
    Hai qualche dritta da darmi ?

    Grazie

    Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dmks vuole dire driver proprietari. Nvidia o AMD?

      Elimina

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.