12 febbraio 2013

Gnome Classic: la nuova versione di Gnome Fallback di GNOME 3.8


Gnome Classic su Ubuntu 13.04
Il popolo dei pinguini si sa, non ha mai amato Gnome Shell, tanto è vero che dopo la sua nascita sono spuntate interfacce utenti alternative a go go, basti pensare a Cinnamon o al più recente Consort.
Ora finalmente qualcosa si è mosso in casa Gnome ed è arrivata finalmente una alternativa a GNOME Shell che potrà accontentare i nostalgici. A partire da Gnome 3.8 arriverà infatti la nuova sessione Gnome Classic che altro non è che una speciale sessione di Gnome Shell.
Da qualche ora è approdata anche nei repository testing di Gnome 3 per Ubuntu 13.04
Ma vediamo alcuni screen
Come potete vedere al login c'è la nuova sessione Gnome Classic


Una volta selezionata dopo il login ci troveremo dinanzi alla nuova sessione classica di GNOME 3.8


Il desktop si presenta con due pannelli con indicatori annessi, così come accadeva per il caro e vecchio amato Gnome 2.
Ecco come si presenta il menu Applicazioni con la lista delle applicazioni divise per categorie, ecco se vogliamo fare un appunto avrebbero potuto aggiungere un campo di ricerca per le applicazioni.


Selezionando Activities Overview si aprirà la Shell


Cliccando su Places avremo, naturalmente, i link alle cartelle.


Piccola nota personale, per il test ho usato una macchina virtuale per la quale non sono riuscito a far funzionare le virtual guest additions, ecco spiegata la risoluzione.

Bene, ora che vi ho fatto vedere alcune schermate di GNOME Classic e vi ho incuriositi vediamo come provare il tutto.
Prima di proseguire sappiate che questa procedura potrebbe causare gravi problemi come perdita di basette, comparsa di peli superflui sotto ai piedi in stile hobbit e altri effetti collaterali non testati in quanto i PPA che andremo ad aggiungere sono testing e quindi buggosi.
Bene, se volete proseguire lo stesso, magari con una bella virtualbox come il sottoscritto procedete come segue.
Come prima cosa abbiamo bisogno di una installazione di Ubuntu 13.04 (scaricatevi una daily) o di Ubuntu 12.10 (però per questa distro non ho testato il PPA).
Installiamo PPA Purge che ci servirà come uscita d'emergenza nel caso volessimo ripristinare il tutto.
Da terminale diamo

sudo apt-get install ppa-purge

Procediamo ora ad aggiungere i PPA GNOME 3 team e il PPA GNOME Testing che vanno in coppia come i carabinieri (battuta squallida lo so, chiedo perdono)
Da terminale diamo rispettivamente

sudo add-apt-repository ppa:gnome3-team/gnome3

ed

sudo add-apt-repository ppa:ricotz/testing

Una volta fatto aggiorniamo

sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade

installiamo Gnome Shell

sudo apt-get install gnome-shell

Vi verrà chiesto durante l'installazione di mantenere LightDM o usare GDM. Scegliete GDM altrimenti potreste aver problemi (da quello che ho letto in giro sul web, purtroppo non ho schermata di ciò perché mi son dimenticato di farla :D) ed infine installiamo il pacchetto che ci darà la sessione GNOME Classic ovvero

sudo apt-get install gnome-shell-extensions

Riavviate il sistema e accedete alla sessione GNOME Classic come in figura.

Un ringraziamento va a Webup8 che per primo ha pubblicato la notizia.

5 commenti:

  1. A volte ritornano, sotto divrse forme anche.
    Ma ssse fanno una versione ch easosmiglia alla vecchia cosa c'è che non va nella nuova?E se hanno fatto la nuova e la tengono come principale cosa non andava nella vecchia?
    trolol XD

    RispondiElimina
  2. @Lazy

    io dopo 5 minuti di uso della shell inizio ad imprecare in lingue a me sconosciute

    RispondiElimina
  3. @Marco Giannini

    Cosi impari a pensare di tornare a Gnome :P

    RispondiElimina
  4. @andrea zube

    si però questa nuova sessione è carina (per quanto io abbia potuto testare nella macchina virtuale senza le guest installate)

    RispondiElimina
  5. È sempre la Shell, solo che ha una manciata di estensioni... se ti fa schifo la shell, anche l'uso prolungato di questa nuova "classic" non ti andrà bene IHMO

    RispondiElimina

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.