19 febbraio 2013

Ecco Ubuntu for tablets


Dopo l'annuncio di Ubuntu Phone OS si vociferava dello step successivo ovvero di un tablet con Ubuntu. A distanza di un mese ecco che le voci si sono concretizzate. Con un video a metà stradra fra Steve Jobs e +Enrico Bastelli quest'oggi Mark "uomo dello spazio" Shuttleworth ha annunciato Ubuntu for tablets!
Il sistema operativo altro non è che quello già visto in azione sull'Ubuntu Phone ma riadattato per funzionare al meglio sugli schermi più grandi dei tablet.
Ecco la video presentazione



Come avete potuto modo di vedere verso la fine del video la grande novità è la disponibilità di un tablet ibrido in stile Asus Pad Phone. Basterà collegare lo smartphone con Ubuntu Phone al tablet con l'Ubuntu Tablet e collegare il tutto ad una tastiera per avere un vero e proprio pc con il nostro (amato) Ubuntu!


Il punto chiave di Ubuntu for Tablets è il multitasking spinto che ci consentirà (in stile Windows 8) di poter avere più applicazioni in primo piano una accanto all'altra.


Nell'immagine di su (cliccateci sopra per ingrandirla) potete vedere ad esempio come è facile effettuare una videochiamata con Skype e al contempo lavorare con un documento (nell'immagine Google Drive).

Come per la versione desktop di Ubuntu potremo avere più utenti contemporaneamente, ognuno con le proprie impostazioni e i propri programmi. Ovviamente è presente il guest account, utile quando lasciamo il nostro tablet nelle mani di un amico o parente e non vogliamo fargli vedere i nostri file.

Ogni angolo del nostro tablet ci consente di accedere ad una diversa funzionalità, ad esempio con uno swipe sulla sinistra accederemo alle applicazioni (come su Ubuntu Phone), a destra le notifiche, in basso i controlli multimediali.


Altra chicca è la possibilità di usare gli HUD con i comandi vocali.

Naturalmente non può mancare la completa integrazione con i social network. Potremo condividere i nostri contenuti con i nostri amici presenti su Facebook, Twitter, Ubuntu One, Gmail e Pinterest.

Ma passiamo ora alle specifiche tecniche di Ubuntu per Tablet. Come per l'Ubuntu Phone sono previste due categorie di device. Vediamoli


Ubuntu tablet requisiti di sistema


Entry level consumer Ubuntu tablet High-end Ubuntu enterprise tablet
Processor architecture Dual-core Cortex A15 Quad-core A15 or Intel x86
Memory 2GB preferred 4GB preferred
Flash storage 8GB minimum 8GB minimum
Screen size 7-10 inch 10-12 inch
Multi-touch 4 fingers 4-10 fingers
Full desktop convergence No Yes

Il modello base è caratterizato da un processore Dual-core Cortex A15, 2 GB di Ram consigliata, una memoria minima di 8 GB e uno schermo multi touch (4 dita) dai 7 ai 10 pollici.
Il modello avanzato si avvarrà invece di un processore Quad-core Cortex A15 o in alternativa un Intel x86, 4 GB di memoria Ram consigliata), una memoria minima di 8 GB e uno schermo multi touch (da 4 a 10 dita) da 10 a 12 pollici. La particolarità del modello avanzato è quella di avere il supporto alla desktop convergence ovvero la possibiità di trasformarlo in un vero e proprio pc con Ubuntu collegandogli tastiera e mouse.


Dal punto di vista applicazioni potremo sfruttare appieno le web apps ma anche i software sviluppati grazie all'SDK messo a disposizione.

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.