20 settembre 2012

Ogm e pesticidi causa di gravi tumori nei topi? La comunità scientifica smentisce


AGGIORNAMENTO: Mi è stato segnalato un articolo apparso su Le Scienze Blog dove è possibile trovare una serie di critiche al metodo con cui è stata svolta la ricerca.

Tumori multipli e mortalità accresciuta nei topi alimentati con Ogm e pesticidi.

Uno studio shock, condotto per 2 anni dall'Università di Caen nella massima segretezza, ha testato gli effetti sulle cavie di un mais transgenico e di un pesticida prodotti dalla statunitense Monsanto. E per le cellule umane non è andata meglio.

La Francia e altri paesi hanno chiesto all'Unione di sospendere le importazioni del mais NK 603, non ancora coltivato in Europa come invece il Mon 810 e una patata.

All'indice anche regole e procedure inadeguate:

"Gli esami regolamentari sono su tre mesi e le grosse patologie, in particolare la morte dei topi per tumore, sopraggiungono al quarto mese", spiega Joel Spiroux, presidente del comitato indipendente di ricerca e informazione sulla genetica Criigen, "Ciò significa che i test su tre mesi sono inefficaci ai fini di valutare l'impatto sulla salute di una terapia o di un'alimentazione Ogm sulla durata di una vita".

Sono 46 gli Ogm autorizzati da Bruxelles, per lo più importati, utilizzati per l'alimentazione animale e la fabbricazione di prodotti per l'uomo. L'obbligo di segnalarne la presenza scatta superata la soglia del 0,9 per cento.

Via OGM: aumentano il rischio di sviluppare tumori?
Maggiori info:
http://www.sciencemediacentre.org/pages/press_releases/12-09-19_gm_maize_rats_tumours.htm

ed

Il PDF con la ricerca

2 commenti:

  1. L'articolo è stato sbugiardato dalla comunità sicnetifica per tantissimi errori..errori
    statistici, mancanza di adeguato numero di cavie (soprattutto del controllo), ceppo noto per
    essere altamente tumorigenico, oltre a conclusioni affrettate e con poca logica..nonc'è ad
    esempio differenza di effetto triplicando la dose e si punta il dito contro tutti gli OGM, quando
    si sta parlando solo di UN OGM.Tale Seralini non è nuovo ad articoli del genere (di dubbissima
    qualità), è schierato da tempo (i suoi studi spesso commissionati da greenpeace) e per farsi
    maggiormente un nome si è letteralmente COMPRATO nun'onoreficenza di "miglior scienziato
    dell'anno"..Troverei almeno doveroso citare queste informazioni..oltre a citare le risposte di
    tutti i ricercatori che sono insorti a questo "studio choc". Di studi sugli OGM ce ne sono
    tantissimi (più di DIECIMILA) e anche di lunga durata, riguardano peraltro sia settore sanitario
    che ambientale..mi chiedo invece come mai colture "tradizionakli" (mofdificate però pesantemetne
    con mutageni e radiazioni) non richiedano alcun controllo di nessun tipo, nonostante alcuni di
    essi causino allergie anche gravi, shock ecc (e non è necessario dare per certa la sua assenza
    negli aliemnti)...Questo "due pesi e due misure" è davvero sconcertante.

    Federico Baglioni
    fedebiotech.wordpress.com

    RispondiElimina
  2. @fedebiotech

    Se mi dai un link dove viene smentito il tutto in chiave scientifica ben disposto a integrare il post :)

    RispondiElimina

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.