23 settembre 2010

Hotot: Un nuovo client twitter per GNU/Linux leggero e bello da vedere



AGGIORNAMENTO: Sono stati rilasciati i repository ufficiali di Hotot per Ubuntu e derivate.

Per installare Hotot su Ubuntu/Debian e derivate basta seguire questa semplice procedura per aggiungere i repository. Da terminale diamo

sudo add-apt-repository ppa:hotot-team

Aggiorniamo

sudo apt-get update

e installiamo Hotot

sudo apt-get install hotot

Se siamo invece su ArchLinux per installare Hotot basterà dare

yaourt -S hotot-hg


Di client Twitter per GNU/Linux ce ne sono già molti... basti ricordare Gwibber, Pino, Turpial giusto per citare i più noti ed usati. Ora si aggiunge un nuovo concorrente ovvero Hotot.
Hotot a differenza di altri client si dedica solo a Twitter e si propone come alternativa leggera ma di forte impatto grafico.
Hotot è in fase alpha e ancora non sono disponibili i pacchetti auto installanti per le varie distro (ma lo saranno a breve). Se volete provarlo potete farlo lo stesso seguendo le istruzioni postate dallo stesso autore del programma.
Di seguito vi riporto le istruzioni per provare Hotot su Ubuntu, Debian e derivate ma al seguente link sono disponibili le istruzioni per Fedora e openSUSE.
Iniziamo:
Come prerequisiti dovremo aver installato sulla nostra distro Mercurial che ci servirà per prelevare il file.
Da terminale diamo:

sudo apt-get install mercurial python-distutils-extra 

Installiamo ora i pacchetti necessari al funzionamento di Hotot

sudo apt-get install python-webkit python-notify python-keybinder

Ora che abbiamo installato le dipendenze necessarie procediamo con lo scaricare Hotot dando da terminale

hg clone https://hotot.googlecode.com/hg/ hotot

Hotot verrà copiato nella vostra home



Ora che abbiamo scaricato Hotot abbiamo diversi modi per lanciarlo. Possiamo lanciarlo direttamente da terminale dando

cd hotot/

python ./hotot/hotot.py

In alternativa possiamo creare un pacchetto deb per poterlo installare e magari passarlo anche ai nostri amici.
In questo caso diamo da terminale (sempre mentre siamo nella cartella di hotot)

sudo apt-get install debhelper dpkg-dev

dpkg-buildpackage -rfakeroot

Ed ecco che abbiamo creato il nostro pacchetto deb di Hotot



A voi quindi la scelta su come lanciare Hotot. Se abbiamo scelto di installarlo troveremo Hotot in Applicazioni --> Internet --> Hotot Twitter Client


Una volta lanciato Hotot ecco come si presenterà l'interfaccia principale.




Inseriamo i nostri dati e clicchiamo su Sign in With Twitter e successivamente su Click me to continue


Ci si aprirà il browser dove dovremmo autorizzare Hotot per l'accesso a Twitter (necessario con il nuovo sistema OAuth introdotto da Twitter a fine Agosto).



Acconsentiamo e copiamo il codice che ci viene restituito da Twitter all'interno della finestra di Hotot alla voce PIN.
Ed ecco l'interfaccia principale di Hotot.




Come potete vedere è davvero ben fatta dal punto di vista grafico. Per accedere alle citazioni e ai messaggi diretti basterà cliccare sulle icone in basso. Per privacy con i miei contatti non ve le mostro altrimenti dovrei oscurare tutto :D
La penultima icona in basso a destra ci indica i messaggi retwittati da noi o retwittati da altri verso noi (spero di essermi spiegato :D)




Cliccando in alto a sinistra nella finestrella potremo inviare i nostri tweet.




I nuovi messaggi ci verranno recapitati con questo tipo di notifica (questa andrebbe migliorata a mio avviso mettendo qualche info in più come magari il mittente del tweet)



Andiamo ora a vedere il consumo di ram di Hotot. A paragone con Turpial questo client risulta più esoso ma sempre inferiore ai livelli di Gwibber.




Nel complesso trovo che Hotot sia un ottimo client Twitter e non vedo l'ora che l'autore rilasci una versione stabile (non che questa non lo sia) e magari anche un bel repository per Ubuntu e derivate.
Ringrazio Linux und Ich per aver segnalato questo programma in un suo post :)

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza
Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Disclaimer immagini

Le immagini utilizzate in questo blog appartengono ai loro rispettivi autori e sono utilizzati per scopi educativi, personali e senza scopo di lucro. Ogni eventuale violazione del copyright non è intenzionale, ma se si riconosce un'immagine protetta da copyright, fatemelo sapere qui, e sarò lieto di aggiungere i credits o modificarla o rimuoverla.

Disclaimer images

Images used on this blog belong to their respective authors and are used for educational, personal and no profit purposes. Any eventual copyright infringement is not intentional, but if you recognize a copyrighted image, please let me know here, and I'll happily provide to add the right credits or modify or remove it.